TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
05/05/2015
Risparmio energetico: una necessità da trasformare in azioni
Si è tenuto lunedì 4 maggio in Don Besana l’incontro promosso da Informergia. La nostra Bcc ha ribadito l’impegno per uno sviluppo sostenibile

my home 2Il risparmio energetico è stato al centro dell’incontro che Infoenergia e amministrazione comunale di Busto Garolfo hanno proposto lunedì 4 maggio nella sala Don Besana della nostra Bcc. Un appuntamento dedicato a imprese e cittadini che, «partendo dalla necessità di muoversi nella direzione di una maggiore attenzione all’ambiente, vuole far conoscere le possibilità di intervento e le strade per trasformare le parole in azioni concrete», ha introdotto l’assessore all’Ecologia Mauro Zanzottera. L’imperativo diventa quindi la creazione di sinergie affinché i progetti possano trovare concretizzazione. Ha proseguito Ilaria Cova, vicesindaco e assessore alle Attività produttive di Busto Garolfo: «Il tema del ricorso al credito è fondamentale; un tema che affrontiamo qui con istituti di credito che sono attenti al tema del risparmio energetico». La nostra Bcc, presente con il presidente Roberto Scazzosi, il responsabile dell’area Mercato Adalberto Tomasello e il vice responsabile Lorenzo Pezzuto, ha dato la propria testimonianza. «L’attenzione di una banca al tema dell’ambiente si trasforma in opportunità. In questa direzione si colloca, per esempio, il mutuo My-Home che si rivolge al comparto edile ponendo l’accento sulle ristrutturazioni e sulle riqualificazioni energetiche. Non si sostiene il consumo di territorio, ma si valorizza il patrimonio esistente - ha detto Pezzuto -. È questa un’iniziativa che mira ad ottenere due risultati: stimolare l’economia locale e salvaguardare un territorio che è già massicciamente urbanizzato».
Lo sviluppo sostenibile è stato il tema affrontato da Claudio Zucal. L’ingegnere, parlando di “impronta ecologia e resilienza” ha toccato un argomento allarmante: «Andando a vedere quanta natura è a disposizione e quanta ne stiamo usando, emerge che stiamo consumando non un pianeta, ma ben tre». Non basta quindi prendere atto della situazione, occorre agire. L’esperienza dello sportello Infoenergia va in questa direzione: «Spiegare a cittadini e Comuni quali sono le possibilità a disposizione per operare sul risparmio energetico», ha detto Marta Oriola dello staff tecnico di Infonergia, società consortile che raccoglie 70 Comuni. Busto Garolfo si è già mosso, non solamente con degli interventi mirati, attuati in collaborazione con Infoenergia, ma anche con l’impianto di cogenerazione presente sul territorio e illustrato da Salvatore Boschi della società Tesi srl. Sul fronte delle opportunità, è stato Giuseppe Scaduto della Scaduto Dalla Pozza Alberti srl a illustrare l’innovativa tecnologia led, mentre una testimonianza concreta è stata data da A.Cap - associazione commercianti artigiani professionisti di Busto Garolfo - che, raccogliendo l’invito lanciato dal vicesindaco, si è detta disponibile a creare un punto di incontro con la cittadinanza per affrontare il tema del risparmio energetico.