TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
07/11/2016
Le borse di studio del Liceo Crespi di Busto Arsizio
La nostra Bcc al fianco dell’istituto superiore per sostenere gli studenti meritevoli

La nostra Bcc si schiera al fianco del liceo Daniele Crespi di Busto Arsizio per sostenere gli studenti meritevoli. Delle 19 borse di studio che la Fondazione Liceo Crespi ha assegnato agli studenti dell’istituto bustocco, 5 sono state offerte dalla nostra banca. Un segno di vicinanza al territorio, ma soprattutto un contributo per i giovani. «Sono almeno tre i motivi che rendono questa giornata importante: celebriamo i giovani meritevoli; il territorio dimostra di saper fare rete; terzo, ma non ultimo, guardiamo tutti insieme al futuro. Perché il futuro sono i giovani. Sono tre elementi nei quali la BCC di Busto Garolfo e Buguggiate crede molto: crede nei giovani, crede nel territorio capace di unirsi per dare risposte concrete e crede nel futuro perché ai giovani occorre trasmettere fiducia», ha osservato Danila Battaglia, componente del CdA della nostra banca, che è intervenuta sabato 5 novembre alla cerimonia di consegna nell’aula magna del liceo di via Carducci al fianco della dirigente scolastica Cristina Boracchi e del sindaco Emanuele Antonelli. «In questa iniziativa ci poniamo al fianco di un’istituzione storica per Busto Arsizio e per il territorio quale è il liceo Crespi». L’istituto superiore ha infatti ampliato la propria proposta formativa: accanto al tradizionale liceo Classico, ha attivato anche il liceo Linguistico e quello delle Scienze sociali arrivando a raccogliere oggi quasi 1.200 studenti.
Sei borse di studio sono consegnate ad ex alunni del liceo che oggi frequentano l’università: Samuele Cattini , Michelina Gallazzi, Francesco Pietrosemolo, Giusy Onorato, Aurora Tripodi e Yasmine Ben Neji. Tredici sono invece andate gli alunni di 4 e 5 per i risultati ottenuti l’anno scorso: Natalia Paviglianiti, Beatrice Ferrario, Giorgia Carai, Silvia Anselmi, Desiree Rosy D’Antoine, Laura Denna, Federica Pante, Alessia Maino, Laura Pinotti, Fabio Cacia, Andrea Elisa Basta, Umberto Gallazzi e Letizia Ferraro.
«Un ringraziamento particolare deve essere rivolto a quanti, come la BCC, hanno permesso anche quest’anno alla Fondazione Liceo Crespi di sostenere in modo tangibile il percorso di formazione degli studenti che dimostrano capacità e meriti», ha spiegato Paola Grampa Ceccuzzi, consigliere della fondazione presieduta da Lucia Marrese. «Si tratta di studenti che durante lo scorso anno scolastico hanno raggiunto risultati elevati e che rispettavano le caratteristiche previste dal bando promosso dalla Fondazione Liceo Crespi. L’assegno vuole essere un sostegno al proseguo della propria carriera scolastica».
Per la Fondazione è stata l’occasione di festeggiare due traguardi: il superamento delle 100 borse di studio erogate e il raggiungimento di del titolo di “onlus” dopo otto anni di battaglie legali. «Non siamo avvezzi a vantarci troppo - ha sottolineato la dirigente Boracchi -. Abbiamo però l’onore e la soddisfazione di dire che figuriamo tra i primi posti nella classifica delle migliori scuole lombarde, stilata dalla Fondazione Agnelli. Ma questo è il meno. Vogliamo che questa scuola sia davvero un ascensore sociale, una scuola democratica, un polo umanistico aperto al territorio, il quale a sua volta ha il diritto e il dovere di sostenere i nostri sforzi perché sono molti ancora i passi che andiamo compiendo tra non poche difficoltà».