TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
11/09/2017
Nel primo semestre 2017 la nostra Bcc aumenta utili e impieghi

Il 41% dei finanziamenti destinato alle piccole imprese e il 26% alle famiglie. «Il nostro essere sempre al fianco del territorio si traduce in azioni concrete», osserva il presidente Scazzosi

Con un utile netto di oltre 2 milioni e 300 mila euro e una crescita degli impieghi superiore al 3% la nostra Bcc chiude il primo semestre 2017 in crescita rispetto allo stesso periodo del 2016. I numeri della prima parte dell’anno descrivono una banca che non ha lesinato il sostegno al territorio, confermandosi sempre più come punto di riferimento sia per le famiglie sia per quell’economia reale rappresentata delle piccole-piccolissime e medie imprese.
«I risultati raggiunti sono decisamente soddisfacenti e in linea con l’identità e i valori di una banca che opera nel mondo del Credito Cooperativo», commenta il presidente della nostra Bcc Roberto Scazzosi. «Alla virata di metà anno ci presentiamo sia come la banca delle famiglie, il 26,2% dei nostri impieghi è dedicato proprio a loro, sia come un istituto che coraggiosamente ha fatto la sua parte nel sostegno all’economia reale negli anni bui della recente crisi: ben il 41,5% dei nostri impieghi è stato destinato a imprese artigiane o a microimprese. Segnali importanti ci arrivano proprio dal nostro territorio di riferimento: la crescita dei finanziamenti a breve termine, che sono strettamente legati al fatturato delle aziende, ci dicono che la ripresa è ormai in atto».
Sottolinea il direttore generale della nostra banca Luca Barni: «Il +3,1% di impieghi registrato nel solo primo semestre 2017 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso dice un’unica cosa: stiamo facendo fino in fondo la nostra parte nei confronti dei nostri soci e clienti». La nostra Bcc ha registrato anche il segno più sul fronte della raccolta. «Continua il forte trend di crescita per quanto riguarda i depositi della clientela investiti nei Fondi Comuni, +15,1%; un trend che registriamo ormai da alcuni anni e che non solamente ci conferma la fiducia dei risparmiatori, ma soprattutto rende merito ai nostri specialisti della finanza che, attraverso una gestione attenta, hanno fatto raggiungere performance di rilievo agli investimenti della clientela», sottolinea Barni.
Sul fronte del conto economico, i servizi rappresentano sempre più un punto nodale dell’attività. La nostra Bcc ha registrato negli ultimi tre mesi del semestre considerato una crescita significativa della produttività che ha avuto un importante riflesso sul reddito. «I nostri dipendenti hanno creduto e credono nel modello e nelle strategie della Bcc, aumentando quotidianamente il loro impegno», aggiunge il direttore generale.
L’attenzione alla patrimonializzazione viene confermata. «La scelta è stata quella di investire sulla solidità dell’istituto: i 2 milioni e 300mila euro di utile saranno infatti messi a patrimonio», dice Barni. «In questa prima parte dell’anno non solamente abbiamo confermato il ruolo proattivo di una Bcc per il proprio territorio - conclude il presidente Scazzosi -, ma abbiamo proseguito sulla strada della buona gestione e del consolidamento in vista del passaggio verso il Gruppo Iccrea al quale nell’ultima assemblea dei soci abbiamo dato la nostra preadesione».