TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
News
10/10/2017
«Cara Bcc continua ad essere punto di riferimento del territorio»
Al termine della quattro giorni di festa l’augurio dell’Altomilanese e del Varesotto alla nostra banca
«Continuate ad essere punto di riferimento del territorio, nel sostenere famiglie e imprese, ad essere volano di cultura e occasioni di socialità». Questo il messaggio di augurio che è stato rivolto da più parti alla nostra Bcc al termine dei quattro giorni di festa per i 120 anni di fondazione della banca. Un messaggio sentito, partecipato, accorato che non solamente ha reso omaggio a quanto la Bcc ha fatto sui suoi oltre cento anni di storia, ma soprattutto è di stimolo per le sfide che la nostra banca si appresta a vivere con l’entrata nel Gruppo Bancario Cooperativo. «Si tratta di una scelta che, per quanto obbligata, è il naturale punto di approdo del viaggio attraverso tre secoli della Cassa Rurale Cattolica di depositi e prestiti Santa Margarita. Davanti a regole chiare che pongono al centro il merito dell’istituto - sappiamo di essere una banca sana, solida, in grado di produrre reddito, valore per il territorio e servizi in linea con le aspettative dei nostri soci e clienti - e che chiedono che tutti i nostri compagni di viaggio siano come noi, sono tranquillo», ha rassicurato il presidente della nostra Bcc Roberto Scazzosi durante i discorsi di domenica mattina. E gli ha fatto eco il direttore generale Luca Barni: «Abbiamo dimostrato che avere una Bcc sul proprio territorio è un plusvalore. E anche se la parte aziendale guarda il futuro all’interno di un gruppo, la Bcc continuerà ad avere le radici ben piantate su questo territorio».
E negli appuntamenti di festa il territorio ha fatto sentire il proprio abbraccio. Da giovedì 5 a domenica 8 ottobre l’Altomilanese e il Varesotto si sono stretti attorno alla nostra Bcc per farle gli auguri. Dal convegno con il presidente di Iccrea Banca, passando per il recital di Raul Cremona al teatro Galleria di Legnano, il concerto di Angelo Pinciroli fino alla festa a Busto Garolfo della domenica mattina con l’inaugurazione del monumento “Dalla terra la vita”, sono state molte le occasioni per ricordare la storia della nostra Bcc e guardare con fiducia e tranquillità verso il futuro.
Oltre ai molti sindaci che sono intervenuti nella quattro giorni, da ricordare la presenza del prefetto di Varese Giorgio Franco Zanzi nel giorno del compleanno e quella di molti soci, correntisti e amici che facendoci sentire veramente, banca di comunità e banca di territorio hanno spento con noi le 120 candeline.