TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
News
04/12/2017
Stem like a Lady, vince il team dell’istituto Torno

È stato il team “Drink coffee” capitanato dalla project leader Giulia Bossi dell’istituto Torno di Castano Primo ad aggiudicarsi il contest “Stem Like a Lady” promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Altomilanese in collaborazione con la nostra Bcc e Rancilio Group, JCI Varese e Class Editori. L’auditorium Don Besana della nostra banca, sabato 2 dicembre, ha ospitato la fase finale del progetto che è arrivato a coinvolgere otto istituti superiori dell’Altomilanese per un totale di 300 studenti suddivisi in 50 squadre. L’obiettivo era promuovere le materie scientifiche tra le ragazze per colmare quel gap di genere che c’è nel mondo del lavoro quando si tratta di professioni STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics). I team, capitanati da una project leader, sono stati chiamati ad elaborare un nuovo concept di prodotto, una soluzione innovativa, un servizio, un’innovazione organizzativa o di processo sulla macchine del caffè e presentarlo con un video.

«È proprio vero che talvolta basta poco per dare avvio ad un processo di innovazione. Far girare i pensieri, avere nuove idee e condividerle è la molla che ci fa guardare avanti e ci fare sperare nel futuro. Ed è bello che tutto questo arrivi dai giovani», ha ditto Massimo Tufano, responsabile dell’Area mercato della nostra Bcc nel suo intervento. «Il contest STEM like a lady ha centrato i suoi obiettivi: i progetti presentati hanno dimostrato che spesso una sensibilità diversa porta ad una visione insolita, facendo così la differenza. Una differenza che come Bcc cerchiamo di mettere in campo ogni giorno, trovando soluzioni e relazionandoci con il territorio, ma sempre rimanendo fedeli ai valori del Credito Cooperativo».

La cerimonia è stata impreziosita da una serie di testimonianze tutte al femminile per ribadire che le cosiddette materie scientifiche possono avere una marchia in più se applicate “in rosa”. Dopo i saluti le presentazioni del presidente del GGI di Confinduistria Altomilanese Egidio Alagia, sono intervenute Sofia Borri, ideatrice di “Piano C”, un concetto di coworking, nato a Milano dall’esigenza di coniugare l’impegno lavorativo femminile con la maternità; Gaia Guadagnoli di Bret Maps, una start-up che esamina e cerca di prevenire i fattori di rischio legati ad eventi di dissesto idrogeologico e alluvionale; Parvin Afsar di Ital Parts Sitindustrie Valvo Metal che si occupa di valvole per impianti petroliferi; Clara Gallazzi, di Terreni Elsauto e Silvia Ricci che dopo una laurea in Economia è entrata nell’azienda edile di famiglia.

stem like a lady 2017