TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
News
08/10/2018
L’Omaggio a Fauré porta solidarietà a Busto Garolfo

Molta partecipazione al concerto promosso dalla a nostra Bcc per raccogliere fondi da destinare al progetto Solidarietà per il Lavoro

Musica e solidarietà, un binomio nel quale la nostra Bcc crede molto e che è stato riproposto sabato 6 ottobre a Busto Garolfo in una serata partecipata e particolarmente sentita. Il concerto “Omaggio a Fauré”, che la nostra banca ha organizzato in collaborazione con il Circolo Culturale e Ricreativo e l’unità pastorale di Busto Garolfo e Olcella, ha riportato l’attenzione sul progetto Solidarietà per il Lavoro, l’iniziativa che dal 2015 sostiene le persone che hanno perso il lavoro e sono alla ricerca di un’altra occupazione. «È un progetto che sta facendo scuola: diversi altri Comuni ci hanno già contattato per capire come poter applicarlo anche nella loro realtà», ha introdotto il sindaco Susanna Biondi che insieme con la Caritas e le Acli porta avanti l’iniziativa. «La particolarità di questo progetto è la coralità: oltre ai promotori, c’è una forte presenza della Bcc, ma anche la partecipazione di molti cittadini, associazioni e imprese che hanno creduto e credono in questa iniziativa e la sostengono». Ha aggiunto il consigliere della nostra banca Vittorio Pinciroli: «Siamo profondamente convinti che questo progetto sia l’espressione di una comunità secondo i valori del mutualismo e della cooperazione che sono alla base del nostro essere banca di credito cooperativo vicina al territorio».

Nella chiesa parrocchiale SS. Salvatore e Margherita i cori Dalakopen e Pieve del Seprio, insieme con i solisti Sarah Park (soprano) e Piermarco Vinas Mazzoleni (baritono) e accompagnati dal violino di Paolo Viganò, dall’arpa di Ottavia Rinaldi e da Luca Ratti all’organo, sotto la direzione di Matteo Magistrali, hanno eseguito alcuni dei pezzi sacri per voci e strumento più significativi di Gabriel Fauré. Dall’Improptu al Salve Regina, dall’En priere fino all’Ave Verum per arrivare al Requiem dal “tono intimistico” che ha coinvolto tutti i presenti. Del resto, diversi sono i legami tra Busto Garolfo e i due cori: Dalakopen è stato presieduto per lungo tempo da una bustese; Pieve del Seprio è stato fondato da don Sandro Bottini durante il suo ministero pastorale. Durante la serata sono stati raccolti quasi 500 euro.

faure_08102018