TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
News
13/11/2019
Valbossa in Rosa dona 8.700 per la prevenzione del tumore al seno

Grande successo dell’iniziativa promossa da Azzate in Valbossa con il sostegno della nostra Bcc

Una comunità che si mobilita per la prevenzione. Questa è stata Valbossa in Rosa, la manifestazione promossa da Azzate in Valbossa con il sostegno della nostra Bcc che dal 12 al 26 ottobre ha coinvolto i dieci Comuni della Valbossa con iniziative sanitarie, culturali, scientifiche, sociali e aggregative con il solo scopo di promuovere la prevenzione per il tumore al seno. Ad un mese di distanza dal suo avvio, martedì 12 novembre, nella sala consiliare di Azzate, è stato presentato il risultato: quasi 150 visite senologiche gratuite fatte e 8.700 euro raccolti da destinare alla cura e alla prevenzione del tumore al seno e donati a Caos (Centro Ascolto donne operate al seno) e Andos (associazione nazionale donne operate al seno). Un risultato decisamente inaspettato e non di certo messo in preventivo alla vigilia; un risultato che però «è perfettamente in linea con lo spirito di questa manifestazione», ha osservato il vice presidente della nostra Bcc Diego Trogher. «È la dimostrazione concreta di una comunità che ha saputo fare rete, stringersi attorno ad un problema per dare vita ad una sinergia importante. Per questo, come Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate siamo orgogliosi di essere stati parte di un progetto che racchiude i valori del nostro essere banca di comunità».

Tra i risultati, spiccano le 150 visite senologiche gratuite che sono state fatte. «Un ringraziamento speciale va ai medici che hanno volontariamente prestato la loro opera e permettendoci di ampliare la possibilità date dagli ambulatori di Azzate fino a comprendere anche gli ambulatori di Varese. Se volessimo fare due conti, a 30 euro a ticket, questi medici hanno “restituito” ai cittadini 4.500 euro», ha detto Carlo Arioli, portavoce di Azzate in Valbossa. le iniziative promosse - tra cene, castagnate, spettacoli teatrali e il coinvolgimento delle realtà commerciali - hanno permesso di raccogliere 8.700 euro che ciascun attore ha consegnato personalmente a Renata Maggiolini vicepresidente di Andos e ad Adele Patrini di Caos. Così hanno fatto gli Alpini di Azzate, l’Alveare di Buguggiate, l’associazione commercianti di Azzate, Azzate in Valbossa e la nostra Bcc. Al loro fianco quanti hanno collaborato alla byuona riuscita della manifestazione: i rappresentanti della sezione di Gazzada Schianno/Azzate dell’Associazione Nazionale Carabinieri, la Pro Loco di Azzate, il sindaco di Daverio, di Crosio Della Valle e di Buguggiate, e ancora Marcello Chiriacò, attore della compagnia Attori in Circolo. «L’onda rosa è diventata la magia della Valbossa», ha sintetizzato in chiusura Adele Patrini. Vista la buona riuscita, l’appuntamento è per il 2020, senza però mai abbassare la guardia nei confronti della prevenzione.

Valbossa 2019

Valbossa 2019