TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
27/06/2009
I segreti del volo in mostra a Varese

Dopo "L'officina del volo. Futurismo, pubblicità e design 1908-1938", è stata inaugurata a Villa Panza a Varese la mostra "Prova a Volare. La simulazione del volo. Spazio, luce e colore: contaminazioni tra arte e tecnologia", esposizione storica e interattiva ideata e realizzata dal Museo dell'Aeronautica Gianni Caproni di Trento in collaborazione con il Fai - Fondo Ambiente Italiano e con la fondazione Europa Civiltà, e sponsorizzata dalla nostra Bcc. Venerdì 26 giugno, a Villa Panza, è infatti intervenuto il vice presidente vicario Ignazio Parrinello che ha ricordato l'impegno della Bcc per il territorio. «Abbiamo deciso di proseguire sulla strada della vicinanza al territorio dando il nostro contributo alla cultura e allo sviluppo di questa area -ha detto- Varese e il Varesotto sono la patria dell'aeronautica e una mostra come questa, e come quella che è stata allestita al Castello di Masnago sono il tributo alla storia e all'imprenditorialità di questo territorio». Parole di apprezzamento sono arrivate dal sindaco di Varese, Attilio Fontana, che si è rivolto alla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate con un sentito ringraziamento. Ha detto il sindaco: «Grazie alla Bcc perché, ancora una volta, si è dimostrata vicina al territorio in cui opera». All'inaugurazione sono intervenuti, oltre ai curatori della mostra e alla rappresentanza del Fai, anche Giuseppe Panza, l'uomo che ha dato vita alla collezione d'arte custodita nell'omonima Villa di Biumo, e il presidente di Alenia Aeronautica e della controllata Alenia Aermacchi Giorgio Brazzelli.
L'esposizione, che rimarrà allestita fino al 22 novembre, nasce dall'esperienza maturata dal Museo dell'Aeronautica Gianni Caproni di Trento e si propone di trasmettere la passione per il volo attraverso le apparecchiature tecnologiche utilizzare sugli aerei e attraverso la simulazione. Tre le sezioni in cui è stata suddivisa: esiste innanzitutto una parte storica, con simulatori e strumentazioni scientifiche assolutamente unici al mondo. I pezzi esposti sono commentati visivamente da un filmato che è stato realizzato proprio in occasione della mostra. Si parte dalle strumentazioni per la selezione dei piloti, ideati e costruiti durante la Prima Guerra Mondiale, per arrivare ad un simulatore "Link Trainer" risalente agli anni Quaranta. La seconda sezione è interattiva: si tratta di un percorso basato sull'utilizzo dei più moderni software di simulazione. Due postazioni pc e un'immersiva installazione per la simulazione del volo in deltaplano introducono al volo libero. Il volo a motore è rappresentato da quattro postazioni pc attrezzate con volantino e pedaliera, nonché da una postazione che riproduce la cabina di pilotaggio di un Cessna 172. Non ultimo, il simulatore di volo su piattaforma mobile che permette di provare le manovre e le reazioni ai comandi di un aeroplano del periodo pionieristico: il Caproni Ca.9 del 1912.
La terza sezione è interamente dedicata ai bambini: c'è l'I-Mini, un colorato aeroplanino che permette di far scoprire i segreti del volo ai più piccoli con l'aiuto di una mascotte animata. Il tutto corredato da videoproiezioni sul tema del volo.
A conclusione di questo percorso sensoriale nelle scuderie, la mostra offre uno spettacolare allestimento nel parco della Villa: è possibile infatti ammirare dal vivo un esemplare di M-346 Master, capolavoro di tecnologia aeronautica di ultimissima generazione, gentilmente concesso da Alenia Aermacchi. Si tratta dell'unico velivolo da addestramento avanzato di nuova generazione attualmente in produzione in Europa e l'unico al mondo per addestrare piloti destinati ai velivoli militari di ultima generazione ad alte prestazioni e con caratteristiche avanzate come l'Eurofighter.
La mostra è aperta dalle 10 alle 18, tutti i giorni esclusi i lunedì non festivi. Ultimo ingresso alle 17.30. Ingresso: adulti 8 euro; ridotti 3 euro. Soci Fai, gratuito.