TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
31/03/2009
Parola d’ordine prevenzione: oltre 300 visite in un giorno sul piazzale della Bcc

Perché nessuno debba subire la tragedia di una malattia mortale, perché nessuno debba vedere morire un famigliare senza poter fare nulla, sentendosi impotente: per queste e molte altre ragioni la nostra Bcc ha aderito alla giornata di prevenzione oncologica indetta, come ogni anno dalla Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. L'appuntamento è diventata ormai una scadenza imprescindibile per gli abitanti della zona di Busto Garolfo, che ogni anno accorrono sempre più numerosi. Dopo il successo degli anni scorsi ieri a sul piazzale della Bcc nel paese che l'ha vista nascere, Busto Garolfo, sono state effettuate oltre 300 visite dai medici della Lilt nell'unità mobile di prevenzione ai tumori.
“Sono felice di vedere che i miei concittadini accorrano sempre più numerosi a questo appuntamento - commenta il nostro presidente, Lidio Clementi - la prevenzione dà speranza. Siamo idealmente al fianco di coloro che soffrono e degli oncologi che con loro lottano per sconfiggere il cancro. Dopo il successo della giornata di ieri, arriva un'altra buona notizia: proprio oggi Formigoni ha annunciato un taglio a liste d'attesa per colonscopie e mammografie e ha tolto il limite di spesa alle prestazioni per la prevenzione dei tumori. Sono fatti che fanno sperare, come quel camion che ogni anno si ferma sul nostro piazzale per fare prevenzione. Appuntamento per il prossimo anno. Vi aspetto sempre più numerosi".

In Lombardia grazie anche a queste iniziative " la mortalità per tumore è in riduzione: - spiega il dott. Andrea Micheli Direttore S. C. Studi Descrittivi e Programmazione Sanitaria Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano, - si tratta di un successo delle misure di contrasto alla malattia che fa' sì che nelle nostra regione vi sia un sempre più grande numero di persone con un passato oncologico. Nel contempo, continua purtroppo a crescere il numero di persone che si ammala di tumore. Per loro, e per quelle persone che si sono ammalate in passato è necessario promuovere misure di prevenzione primaria: non esporsi ai fattori che provocano il cancro, mangiare in modo salutare e fare attività fisica ogni giorno riduce il rischio di malattia e garantisce una miglior salute ai malati del passato"