TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
21/10/2008
Festa per la neonata scuola di Cinema

Il taglio del nastro è sempre un momento di festa, lo è ancora di più se l'inaugurazione riguarda una scuola, il luogo, per eccellenza, della crescita dell'individuo. In questo caso, poi, si aprono le porte di un istituto che dialoga con il mondo del lavoro.
"Un progetto certamente non estemporaneo, ma che nasce in una città, Busto Arsizio, che negli ultimi anni ha trovato in campo cinematografico una nuova vocazione, un ennesimo modo per reinventarsi e per dare prova della propria capacità di innovazione - ha detto all'inaugurazione il nostro presidente Lidio Clementi - Quando la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha scelto di entrare a far parte dei soci fondatori della Busto Arsizio Film Commission, ha dimostrato di credere in un'opportunità, che il cinema, un mondo che avevamo sempre guardato da spettatori potesse vederci finalmente protagonisti. Perché il cinema è certo il dono del talento di grandi personaggi come Michelangelo Antonioni cui è intitolato l'istituto, ma è anche duro lavoro, preparazione di professionalità all'altezza, impegno economico. È quindi impresa, come le tante che costituiscono la trama del nostro territorio. E come impresa, come attività che può trasformarsi in motore per la nostra economia avrà sempre la Bcc al proprio fianco".
L'istituto cinematografico Michelangelo Antoioni prevede un percorso triennale di studio e approfondimento sulle nuove frontiere del cinema in un ambito di eccellenza e con un occhio preferenziale alle occasioni professionali e artistiche in realtà importanti del cinema e dell'audiovisivo italiano. La scuola è dedicata nel suo percorso accademico a chi abbia terminato gli studi superiori e a coloro i quali siano appassionati o interessati al mondo del cinema, dell'animazione e della recitazione. L'Istituto Cinematografico affiancherà alle attivitià accademiche momenti di diffusione della cultura cinematografica con Workshop, Lezioni Magistrali di grandi nomi del Cinema Italiano, appuntamenti open e corsi per gli appassionati. Ogni anno di corso prevederà almeno 850 ore di attività con 250 ore di lezioni accademiche frontali comprensive di attività di tipo laboratoriale per l'applicazione immediata dei concetti teorici assimilati dagli studenti, completate da lezioni speciali, workshop, stage e occasioni di pratica professionale. Gli studenti avranno inoltre modo di frequentare set, sia tramite la partnership con la BAFC Film Commission dell'Alto Milanese e della Provincia di Varese, sia tramite iniziative dei docenti che realizzeranno un prodotto audiovisivo a titolo dimostrativo. Tra i docenti che collaboreranno con questa istituzione troviamo il regista Carlo Lizzani, uno dei massimi autori del cinema italiano contemporaneo, già direttore della Mostra del Cinema di Venezia e candidato all'Oscar, Bruno Bozzetto, padre dell'animazione italiana, già Orso d'Oro al Festival di Berlino e candidato all'Oscar, Giacomo Scarpelli, sceneggiatore e candidato all'Oscar col padre Furio per "Il Postino", Osvaldo Desideri, scenografo premio Oscar per "L'Ultimo Imperatore", Giuseppe Pinori, direttore della fotografia, già presidente dell'AIC, Alessandro Solbiati, musicista e docente di composizione presso il Conservatorio di Milano, Gianni Cavina, eclettico attore italiano caro a Pupi Avati, Nastro d'Argento nel 1997 con "Festival".