TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
19/08/2008
Bcc e Santa Caterina: una mano tesa al territorio

Le adozioni a distanza sono un modo per far crescere uomini e donne con un futuro davanti a loro. La nostra Bcc ha dato un contributo di mille euro all'Associazione Santa Caterina di Buguggiate, che verrà impiegato per uno scopo altamente umano, le adozioni a distanza, che l'associazione porta avanti fin dalla sua fondazione. «Essere vicini al territorio significa essere al fianco delle persone che aiutano il territorio con la loro azione -spiega Lidio Clementi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate- E la onlus Santa Caterina è un esempio concreto di un gruppo che opera in sostegno delle persone bisognose».
«Ringraziamo la Bcc per l'importante contributo», commentano Enrico Bistoletti ed Ettore Carinella, rispettivamente presidente e segretario dell'associazione. «Quest'anno siamo impegnati con la parrocchia di Buguggiate, uno sculture di Viggiù e un pittore restauratore di Varese per riportare alla luce due angeli in pietra di Saltrio che si trovano sull'altare della chiesa parrocchiale di San Vittore martire». Opere che risalgono all'incirca al XVII secolo e che risultano ammalorate sulle ali e sulle ginocchia: per la loro sistemazione un primo preventivo richiede circa 6mila euro. Accanto a questo ambito storico, legato al mantenimento del patrimonio artistico della zona, i volontari continuano a portare avanti progetti con un valore più sociale: punti fermi dell'associazione sono infatti il sostegno al Sos Valbossa, associazione volontaria di pubblica assistenza che ha sede ad Azzate, l'adozione a distanza di cinque bambini e l'aiuto alle famiglie bisognose di Buguggiate attraverso un assegno mensile di 200 euro che viene passato ai Servizi sociali del Comune.
La Santa Caterina onlus trova le sue radici in quel comitato che si costituì nel 1996 per il restauro della chiesina di Santa Caterina d'Alessandria a Erbamolle. Diventata ufficialmente associazione nel 2001, a partire dall'anno successivo ha iniziato nella sua attività: beneficenza nell'ambito dell'assistenza sociale ai bisognosi. Quindi, la raccolta di fondi dal territorio attraverso l'organizzazione di iniziative e la loro ridistribuzione partendo proprio dalle realtà locali. Attualmente raccoglie 101 soci, dei quali una quarantina rappresentano la vera spina dorsale dell'associazione, il motore di quella solidarietà che ha fatto della Santa Caterina un importante punto di riferimento. Solamente l'anno scorso sono stati raccolti e distribuiti quasi 15mila euro.