TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
23/06/2008
A Cuvio si conclude il progetto «Facciamolo insieme»

La bandiera a scacchi del progetto "Facciamolo insieme" ha sventolato idealmente al ristorante "Paradiso" di Cuvio, Varese, il 22 giugno. Con questo pranzo si è celebrata la conclusione dell'iniziativa di raccolta fondi promossa dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate in favore del Vispe, associazione che da oltre trent'anni opera nei Paesi del Terzo Mondo per realizzare progetti di aiuto concreto alla popolazione. Alla fine del percorso, dal territorio sono arrivati 90.586 euro: 72.486 raccolti nel corso dei mesi, presso l'itinerante gazebo della solidarietà, che è stato installato dalla Bcc e dai volontari del Vispe in decine di comuni del territorio per sensibilizzare la popolazione al progetto; 18.100 euro, invece, è stata la cifra raccolta nel corso del pranzo di beneficenza.
A quel punto, come promesso, la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha raddoppiato la cifra raccolta e ha aggiunto i circa 20mila euro mancanti per raggiungere l'obiettivo dei 200mila euro, necessari a finanziare il progetto di amplicamento dell'ospedale pediatrico di Mutoyi.
"Aver raccolto oltre 90mila euro in un momento in cui sono tante le famiglie che si fanno i conti in tasca per arrivare alla fine del mese, credo che sia un grande successo -ha commentato Lidio Clementi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate-. La fattiva adesione al nostro progetto la dice lunga sul cuore grande delle genti dell'Altomilanese e del Varesotto. Da parte nostra, che siamo una banca profondamente e autenticamente locale, abbiamo voluto caratterizzare i festeggiamenti del nostro 110° di fondazione con questo progetto di solidarietà internazionale per dire, con i fatti, che avere a cuore gli interessi di un territorio non significa chiudersi a riccio su quel territorio e non guardare al di là dei campanili, rispondendo alle richieste di aiuto che ci arrivano da chi è meno fortunato di noi. I valori sui quali siamo nati, i principi a cui ci ispiriamo, che sono il mutuo soccorso, la solidarietà, la cooperazione, ci impongono di non chiuderci in un localismo fine a sé stesso".
L'ospedale di Mutoyi ha 192 dipendenti, vi operano 6 medici, di cui 2 italiani, 32 infermieri, 68 aiuto infermieri e 86 addetti ai servizi generali. Nel 2007 ha erogato 20.023 vaccinazioni per poliomielite, tetano, Bgb, Dtc e rosolia e oltre 330mila consultazioni. In media, giornalmente vi girano 1.089 pazienti. Il reparto di medicina e chirurgia ha 105 letti, la degenza media è di 12 giorni e il tasso di occupazione letti del 95%; l'ostetricia e ginecologia ha 95 letti e nel 2007 ha visto 2.441 parti (più di 6 al giorno), di cui 210 cesarei; la pediatria, fino a oggi, ha soltanto 50 letti e un tasso di occupazione del 110%. Con i 200mila euro consegnati domenica, la pediatria potrà finalmente essere ampliata.