TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
15/11/2012
Il vero suono di Mendelssohn e Schumann agli Aperitivi in concerto

Il suono di Schumann e Mendelssohn come gli stessi compositori l'avevano immaginato: sarà possibile sentirlo domenica 18 novembre alle 11.00 in sala Ratti a Legnano in occasione del terzo appuntamento con gli Apertivi in concerto, la rassegna musicale organizzata dall'amministrazione comunale di Legnano, dall'orchestra da camera F.J. Haydn e con il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Paola Poncet accompagnerà infatti Fabio Ravasi al violino e Gianni De Rosa alla viola con un fortepiano costruito da Carl Stein a Vienna intorno al 1835, periodo in cui i due musicisti componevano i propri lavori. Il fortepiano ha una meccanica simile a quella del pianoforte: in entrambi gli strumenti il suono si produce attraverso un meccanismo di percussione delle corde attraverso un martelletto, ma mentre nel pianoforte il martelletto è in feltro, nel fortepiano è rivestito in pelle. Ne risulta un suono meno energico ma più nitido e indirizzato di quello del pianoforte. Il restauro del modello che sarà in sala Ratti è stato completato nel 2006 da Umberto De Biaggi, artigiano piemontese specializzato in restauro, riparazione e accordatura di strumenti musicali a tastiera. Il programma prevede la sonata per violino e pianoforte n. 1 in la minore di Schumann, la sonata in do minore per viola e pianoforte di Mendelssohn, il trio in mi bemolle maggiore "Kegelstatt-Trio" (Trio dei birilli) di Mozart. L'ingresso è gratuito.