TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
05/04/2012
Una banca del territorio, per il territorio

Una banca che non ha rinunciato al proprio ruolo di sostegno all'economia reale. Anche quando la crisi economica ha intaccato il territorio. Questo quanto emerso dall'incontro tra il consiglio di amministrazione della nostra Bcc e i soci di Villa Cortese. Mercoledì 4 aprile, rispondendo ad una richiesta dell'Osservatorio Bcc di Villa Cortese, è stato infatti organizzato un incontro con i soci di Villa Cortese, uno dei paesi storici per la nostra banca. L'occasione è stata quella di presentare il bilancio 2011 della banca. Nella sala consiliare del Comune, il presidente Roberto Scazzosi ha illustrato il conto economico della Bcc; «un conto in negativo», ha detto. «L'essere stati a fianco del territorio ci ha portato a soffrire con lui. E sono orgoglioso del fatto che la nostra Bcc ha continuato ad erogare credito e a stare vicina all'economia del territorio: anche nel 2011, infatti, i nostri impieghi - cioè il prestito di denaro ai clienti - sono cresciuti del 6 per cento». Ha proseguito: «Non sono però preoccupato: la nostra banca è sana e ben patrimonializzata, in grado di produrre utile anche in questo periodo di crisi». Il vicepresidente Mauro Colombo, residente a Villa Cortese e componente del Consiglio di amministrazione della Bcc in rappresentanza della provincia di Milano, ha ripercorso le tappe principali della storia della nostra banca. Dalla fusione fino all'unione delle aree Alto Milanese e Varesotto, per arrivare al 2011, un anno difficile. «Una banca, un'azienda banca come la nostra deve ragionare di medio periodo, non di esercizio in esercizio», ha detto Colombo. «Anche con il risultato negativo che porteremo in assemblea a fine mese, nel periodo è comunque aumentato il patrimonio dell'azienda». La Bcc si è rafforzata, ma soprattutto non ha mai rinunciato alla sua caratteristica: essere banca del territorio capace di stare accanto al territorio. E, se il territorio soffre, soffrire con lui. Un atteggiamento di principio e rispettoso dei valori fondanti il Credito Cooperativo che i soci di Villa Cortese hanno sottolineato nei loro interventi.