TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
07/11/2013
Three spirits trio apre gli Aperitivi in concerto a Legnano

Domenica 10 torna l’appuntamento con la buona musica sostenuto dalla Bcc

Conferenza AperitiviA Legnano da domenica 10 novembre via alla quindicesima edizione degli Aperitivi in concerto nonostante la situazione economica che non facilita le iniziative culturali e grazie anche al contributo della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, partner ormai storico della manifestazione musicale della domenica mattina in sala Ratti. Alla conferenza stampa di presentazione nella sala Stemmi del Comune di Legnano sono intervenuti l’assessore alla Cultura Francesca Raimondi, il responsabile delle Relazioni esterne della Bcc Simone Mantovani e Daniele Balleello, dell’Orchestra  da Camera Città di Legnano Franz Joseph Haydn, direzione artistica degli Aperitivi.  È una stagione al’insegna dei giovani quella che sta per partire, con ben tre dei quattro concerti che vedranno protagonisti esecutori già di grande valore e con un grande futuro davanti. Da segnalare quest’anno la presenza di un’istituzione di prestigio come il Conservatorio di Milano, che porterà in sala Ratti domenica 1° dicembre l’Orchestra di flauti. «Anche quest’anno abbiamo puntato sulla qualità della proposta musicale –ha dichiarato l’assessore Raimondi – con un occhio di riguardo agli interpreti giovani; un grazie va alla Bcc che crede nell’importanza della cultura per il nostro territorio». «Come banca locale non possiamo che condividere le iniziative che nascono sul territorio e supportarne le eccellenze –ha affermato Mantovani–: in questi anni gli Aperitivi in concerto sono stati un appuntamento di riferimento per la musica di qualità e la Bcc ha deciso di stare al loro fianco».

Immutati luogo e ora degli Aperitivi: in sala Ratti (corso Magenta, 9) si comincia alle 11.00. Sul palco salirà il Three Spirits Trio Nadia Braito (voce), Stefano dall’Ora (contrabbasso ed elettronica) e Francesco d’Auria (batteria, hang e percussioni) , impegnati in un programma che, con sonorità insolite, legge alcuni grandi autori della galassia jazz quali Beirach, McFerrin, Coleman e Rowles.

L’ingresso è libero.