TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
26/11/2013
30 novembre, Giornata della Colletta alimentare
Scazzosi, secondo da destra, con i protagonisti del Banco Alimentare del Legnanese
Scazzosi, secondo da destra, con i protagonisti del Banco Alimentare del Legnanese

Banco Alimentare LegnaneseIl mutualismo e la riscoperta del valore della solidarietà sono alla base della collaborazione tra la nostra Bcc e il Banco Alimentare onlus. Una collaborazione che diventerà gesto concreto sabato 30 novembre con la diciassettesima edizione della giornata nazionale della Colletta alimentare. La filiale di Legnano della nostra banca ha infatti ospitato la conferenza stampa per la presentazione dell’iniziativa sul territorio del Legnanese. Un’ospitalità «dovuta», ha ricordato il presidente della nostra Bcc, Roberto Scazzosi. «Siamo l’unica banca locale e il legame con il territorio e con i suoi bisogni è un elemento fondamentale . Del resto, questa iniziativa parte dalle stesse motivazioni che 117 anni fa diedero origine alla nostra banca: fronteggiare le necessità e fronteggiare la crisi. Purtroppo oggi la crisi non è solo economica, ma anche di valori; iniziative come queste permettono di recuperare il senso dei valori e dare una mano concreta a chi ha bisogno». «Abbiamo trovato nella Bcc un compagno di strada», ha affermato Ivo Paiusco responsabile del comitato organizzatore della Colletta nel Legnanese intervenuto con Giorgio Piccioni responsabile gruppo Alpini di Legnano, Maria Carla Ceriotti responsabile per la Colletta a Busto Garolfo, Dario Mazzucchelli responsabile Siticibo Altomilanese e Gianni Gadda del centro per l’ascolto della parrocchia Beato Cardinal Ferrari di Legnano che da poco ha dato vita alla seconda mensa dei poveri sulla città di Legnano attiva in fascia serale. Facendo proprio il messaggio di Papa Francesco, che ha parlato del problema dello spreco del cibo, la Colletta alimentare «si pone come obiettivo quello di educare alla gratuità e alla solidarietà. La colletta permette a tutti di partecipare con un gesto piccolo, semplice ma concreto», ha proseguito Paiusco. Il territorio del Legnanese ha sempre risposto molto bene: solamente l’anno scorso sono state raccolte 48 tonnellate di generi alimentari attraverso i 38 punti vendita che hanno aderito. Quest’anno, il traguardo è più alto visto che le adesioni ammontano a 40 tra negozi e supermercati.
In Lombardia nel 2012 il Banco Alimentare ha permesso di assistere 1.300 strutture caritative aiutando oltre 213.000 indigenti e distribuendo 13.300 tonnellate di prodotti. Il materiale ricavato della Colletta rappresenta però solo il 20% del fabbisogno. Così accanto alla giornata di mobilitazione, è nata anche nell’area di Legnano Siticibo: un’organizzazione che recupera cibo cotto non servito e fresco dalla ristorazione collettiva (mense aziendali e scolastiche) e dalla grande distribuzione organizzata. Nei soli primi dieci mesi del 2013 l’organizzazione legnanese ha recuperato e distribuito oltre 7mila razioni per un controvalore stimato in più di 14mila euro. A queste si aggiungono i 1.280 kg di pane e i 1.304 kg di frutta recuperati dalle mense scolastiche. La nuova collaborazione con la mensa aziendale di Dolce&Gabbana - partita all’inizio di novembre - amplificherà sicuramente i risultati. «L’emergenza c’è e continua ad esserci», ha aggiunto Ceriotti che è anche il presidente del Circolo Culturale e Ricreativo della nostra banca. «Anche in vista della chiusura, a partire dal prossimo anno, dei rifornimenti che ci venivano garantiti dall’unione Europea». Per questo, è stata lanciata anche la campagna “Emergenza alimentare Italia” alla quale è possibile contribuire con 1 euro inviando un sms al 45.599.
Per il momento, l’appuntamento con la generosità è per sabato 30 novembre nei supermercati di tutta Italia con la giornata nazionale della Colletta alimentare: nel fare la spesa basterà acquistare qualche prodotto in più da consegnare ai volontari del Banco Alimentare che saranno presenti. I prodotti indicati sono pasta, riso, omogeneizzati e alimenti per l’infanzia, zucchero, pelati, carne e legumi in scatola e latte a lunga conservazione.