TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
05/12/2013
Colletta alimentare, raccolti 45mila chili nel Legnanese

CollettaAlimentare2013La generosità è arrivata a quasi 45mila chili. Tanti sono stati gli alimenti raccolti nella’area del Legnanese nella giornata della Colletta alimentare che si è svolta sabato 30 novembre. L’iniziativa, promossa dalla fondazione Banco Alimentare era stata presentata nella filiale di Legnano della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, trovando così nella nostra banca un «nuovo compagno di strada», aveva detto Ivo Paiusco responsabile del comitato organizzatore della Colletta nel Legnanese. Oltre 1.100 volontari hanno operato nei 40 supermercati della zona che hanno aderito all’iniziativa. «Un vero e proprio esercito che ha permesso il successo di questa giornata», osserva Maria Carla Ceriotti, coordinatore per la Colletta alimentare a Busto Garolfo insieme con Livio Holzer e presidente del Circolo Culturale e Ricreativo della nostra Bcc. «Il tema della giornata “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”, secondo le parole di papa Francesco, è stato compreso concretamente. Un sentito ringraziamento va alle associazioni locali - Gruppo Alpini e Croce Azzurra – che, insieme con un gruppo adolescenti dell’oratorio di Busto Garolfo e i loro educatori, hanno permesso la raccolta alimentare nei tre supermercati di Busto Garolfo. Nonostante il periodo di difficoltà, le donazioni non sono mancate».
Nel complesso, la giornata della Colletta alimentare a livello nazionale ha permesso la raccolta di 9.037 tonnellate di prodotti in 11.000 supermercati con 135.000 volontari che hanno raccolto gli alimenti da 5,5 milioni di donatori. «Questo gesto corale di solidarietà – ha affermato il presidente della Fondazione Banco Alimentare onlus, Andrea Giussani - è il risultato raggiunto grazie allo sforzo dei volontari, alla generosità dei donatori e alla disponibilità dei punti vendita, ci sprona a proseguire con ancora più vigore nel nostro impegno quotidiano di recupero delle eccedenze alimentari per il sostegno delle strutture caritative, sollecitando le imprese della filiera agroalimentare che ancora non sono al nostro fianco a volersi attivare per una continua collaborazione con la nostra rete».
Il cibo raccolto viene distribuito alle oltre 8.800 strutture caritative e convenzionate con la Rete Banco Alimentare che assistono ogni giorno oltre 1.800.000 poveri.