TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

Comunicati stampa

 
Comunicati stampa
02/07/2014
Gazzada (Va) – Per “Musica in Villa” Sergej Krylov si esibisce con l’Orchestra del Conservatorio della Svizzera Italiana

Venerdì 4 luglio sul palco di Villa Cagnola la formazione sinfonica dei migliori studenti della scuola diretta da Alexander Vedernikov accompagna il grande violinista russo nel concerto di Mendelssohn. In programma anche la quinta sinfonia di Tchajkovsky. La serata è organizzata dalla Pro Loco con il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

Villa Cagnola 2014

Sarà il violino di Sergej Krylov il protagonista del Concerto d’estate, l’appuntamento con la grande musica classica della rassegna “Musica in Villa Cagnola” in programma venerdì 4 luglio alle 20.30. Ad accompagnare il solista russo l’Orchestra sinfonica del Conservatorio della Svizzera italiana diretta da Alexander Vedernikov. In programma il concerto in mi minore per violino e orchestra op. 64 di Mendelssohn e la quinta sinfonia in mi minore di Tchajkovsky. Il concerto è organizzato dalla Pro Loco con il sostegno della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

Dichiara il presidente della Bcc Roberto Scazzosi: «Come banca locale siamo impegnati a sostenere le eccellenze di questo territorio, e per questo da anni siamo vicini a questa manifestazione che è per gli appassionati un riferimento sicuro per la qualità altissima degli interpreti che propone».


Il concerto si terrà anche in caso di pioggia.

Ingresso 15€, ridotto 10€.


Profilo artisti:

Orchestra sinfonica del CSI

La Scuola Universitaria del Conservatorio della Svizzera italiana dispone di un’orchestra sinfonica formata dai migliori studenti del Bachelor, dei Corsi Master e di Post-formazione. È composta da studenti in formazione, ma anche da professionisti già diplomati che si stanno specializzando. In questi anni l’Orchestra ha affrontato significativi capolavori del grande repertorio sinfonico producendosi in Svizzera e all’estero. Ciò è stato possibile grazie all’apporto di direttori e solisti di fama internazionale quali Lü Ja, Robert Cohen, Charles Olivieri Munroe, Johannes Goritzky, Wolf-Dieter Hauschild, Vladimir Ashkenazy, Alexander Vedernikov, John Neschling, Mario Venzago e Vladimir Verbitsky.



Sergej Krylov

Affermatosi come uno dei maggiori talenti della sua generazione, Sergej Krylov è ospitato dalle principali sale da concerto europee e ha collaborato con orchestre quali la Staatskapelle di Dresda, Filarmonica di San Pietroburgo, Royal Philharmonic, Filarmonica della Scala, DSO Berlin, Russian National Symphony, Accademia di Santa Cecilia, English Chamber Orchestra, Hessischer Rundfunk Frankfurt, Budapest Festival Orchestra, NHK Symphony Tokyo, Atlanta Symphony Orchestra, Filarmonica Toscanini e Copenhagen Philharmonic. Tra i direttori con cui Krylov lavora abitualmente figurano Mikhail Pletnev, Andrey Boreyko, Dmitri Kitajenko, Omer M. Wellber, Valery Gergiev, Yuri Temirkanov, Vladimir Ashkenazy, Nicola Luisotti, Vladimir Jurowski, Julian Kovatchev, Rafael Frühbeck de Burgos, Saulius Sondeckis, Zoltan Kocsis e Yuri Bashmet. Dal 2012 è titolare della cattedra di violino al Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano. Sergej Krylov suona lo Stradivari “Scotland University” (1734) della Collezione Sau-Wing Lam su concessione della Fondazione A. Stradivari di Cremona.



Alexander Vedernikov

Nato a Mosca in una famiglia di musicisti, già direttore dell’Orchestra Sinfonica Tchajkovsky, nel 1995 ha fondato l’Orchestra Sinfonica Filarmonica Russa, di cui è stato direttore artistico e direttore generale fino al 2004. Ha diretto l’Orchestra Sinfonica di Stato Russa e l’Orchestra Sinfonica della Filarmonica di San Pietroburgo. Nominato nel 2001 direttore musicale e d’orchestra del Teatro Bolshoi di Mosca, lo conduce a livelli di eccellenza. Dal 2003 fa parte del collegio di direttori d’orchestra dell’Orchestra Nazionale Russa. È stato direttore ospite di prestigiose formazioni internazionali, tra cui le orchestre filarmoniche di Tokyo, di Bergen e di Londra, la BBC Scottish Symphony Orchestra, la Royal Scottish National Orchestra, la Staatskapelle di Dresda, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, l’Orchestra Sinfonica della Radio Danese, le orchestre sinfoniche di Montreal, Budapest, Sydney e l’Orchestra del Teatro Colón di Buenos Aires. In campo lirico è stato in prestigiosi teatri, tra cui Scala di Milano, Regio di Torino, Comunale di Bologna, Fenice di Venezia, Opera di Roma e la Royal Opera House di Londra.