TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

Comunicati stampa

 
Comunicati stampa
07/10/2013
Economia solidale: con il sostegno della Bcc
Presentata al Leone da Perego venerdì sera l'iniziativa "Tagesmutter", gestita nell'Alto Milanese e nel Varesotto dalla cooperativa EnergicaMente di Castellanza

«Fare economia solidale è possibile; dare il proprio contributo perché un progetto di questo tipo nato sul territorio si realizzi è il compito preciso di una banca locale» così Giuseppe Mercandelli , responsabile della filiale di Legnano della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, nel suo intervento ieri sera a Palazzo Leone da Perego di Legnano per la presentazione del progetto "Tagesmutter - Mamma per mamme". L'iniziativa, organizzata dalla cooperativa EnergicaMente di Castellanza, rappresentata dal presidente Paolo Frigoli e dalla referente dell'iniziativa Ada Benigna, ha visto la partecipazione dell'assessore alle Politiche sociali e coesione sociale del Comune di Legnano Gian Piero Colombo e di Laura Donà di Domus, l'associazione nazionale che sostiene e promuove in Italia l'esperienza delle Tagesmutter organizzando corsi di formazione. Il progetto è sostenuto, nella fase di start up, dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate.

In allegato foto dell'intervento di Giuseppe Mercandelli della Bcc e Il tavolo dei relatori (da sinistra Laura Donà di Domus, Paolo Frigoli e Ada Benigna di EnergicaMente); per scaricare foto in alta cliccare sui seguenti link:

http://www.eoipso.it/include/comunicati/getfile.cfm?file_ID=1256

http://www.eoipso.it/include/comunicati/getfile.cfm?file_ID=1257

«È naturale che l'unica banca locale dell'Alto Milanese e del Varesotto stia al fianco di un progetto nato da un'associazione del territorio per dare un servizio al territorio -ha aggiunto Mercandelli- ed è naturale che appoggi un progetto che dimostra che è possibile fare impresa per il sociale. Attività economica e servizio per la comunità non sono incompatibili, anzi». Nel caso del progetto "Tagesmutter", infatti, delle madri decidono di professionalizzarsi (ossia seguire un corso e sostenere un esame) per assistere e curare figli di altre famiglie al proprio domicilio. «Questo è uno dei motivi per cui la Bcc ha detto sì con convinzione al progetto -prosegue Mercandelli-: si soddisfa un bisogno delle famiglie dando una professionalità a delle donne che possono così guadagnare e rendersi utili ad altre donne. Questa logica, che è a noi molto cara e che è alla base del movimento cooperativo, si chiama mutuo soccorso. In questi anni abbiamo conosciuto sulla nostra pelle i risultati di una finanza svincolata dall'economia reale; come banca del territorio noi stiamo dalla parte di iniziative come questa che creano lavoro rispondendo ai bisogni veri della nostra comunità, che in questo caso significa soddisfare una domanda di servizi che arriva dalle famiglie».

Per informazioni sul progetto "Tagesmutter - Mamma per mamme": cooperativa EnergicaMente, referente Ada Benigna cell. 345/2608590