TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
Comunicati CCR
16/07/2018
Sabato 4 agosto, dalla canonica di Bernate alla navigazione sul Naviglio Grande

Il CCR propone un pomeriggio alla scoperta del nostro territorio con, a chiusura, la cena in un ristorante tipico

Non è un lago, ma sempre di navigazione si tratta. Per l’ormai consueta gita d’agosto, il Circolo Culturale e Ricreativo della nostra Bcc propone un pomeriggio sul Naviglio Grande con la visita a uno dei gioielli storici che il nostro territorio custodisce e la cena in un ristorante tipico. Opera architettonica di assoluto valore e ingegno, il Naviglio Grande viene spesso sottovalutato. Eppure oltre ad essere il primo del sistema navigli lombardi, costruito all’inizio del XIII secolo per collegare il Ticino da Tornavento frazione di Lonate Pozzolo alla Darsena di Porta Ticinese a Milano, è stato nel tempo oggetto di attenzione da parte delle grandi famiglie lombarde: sulle sponde vi hanno infatti costruito importanti residenze (le ville di delizia). Tra le opere storiche che sono state realizzate spicca quella di Bernate Ticino. La canonica agostiniana (perché fondata sulla regola agostiniana) affonda le sue radici nel lontano 1186 quando Papa Urbano III, della famiglia dei Crivelli, individuò quale sede l’allora abbandonata chiesa di San Giorgio a Bernate, ristrutturandola e ampliandola. Dopo vari passaggi di proprietà e rinunce nel fare la canonica, i lavori di ricostruzione furono terminati nel 1528 sotto la guida dell’architetto Martino Bassi e l’aiuto dei maestri di muro Bernardo e Giacomo Mottello di Lonate. Nel 1772 però la canonica venne soppressa e tornò sotto la giurisdizione ecclesiastica ordinaria.

Nelle sue linee attuali, la chiesa è di stampo secentesco, con il campanile tardo-gotico, ornato con bifore e piccoli archi. Il maestoso protiro, il piccolo portico a cuspide di colore chiaro, contrasta con il resto della facciata per il colore rosso dei mattoni. All’interno troviamo la cripta-battistero colonnata di epoca duecentesca, dove venivano custoditi i corpi e le reliquie dei martiri. Al suo lato sorge la parte residenziale la cui fronte principale è rivolta verso il Naviglio. Detta anche “castello” o “Palazzo Visconti”, è un tipico esempio quattrocentesco: rappresenta cioè una costruzione di transizione tra il castello fortificato e la villa rinascimentale di residenza. Ha infatti la pianta quadrata a cortile chiuso che lo apparenta alle costruzioni castellane ed una grande loggia aperta verso il Naviglio, come negli edifici di “villeggiatura”. Un fossato ricavato da una roggia separa il palazzo dalla campagna circostante. Negli interni si conservano soffitti a cassettoni, decorazioni murarie a graffitto e camini di varie epoche.

La gita proposta dal CCR prevede la vista della canonica di Bernate, quindi l’imbarco sulla motonave riservata per arrivare a Castelletto di Cuggiono, fare rientro a Boffalora e finire nuovamente a Bernate. Quindi la cena in un ristorante tipico della zona.

Programma:

Ore 16: partenza dalla Sede Bcc di Busto Garolfo, quindi visita guidata alla canonica di Bernate

Ore 18.30: imbarco per la navigazione

Ore 19.45: rientro a Bernate e cena

Rientro previsto in tarda serata

Quote iscrizioni:

Soci e aggregati CCCR: 60 euro

Clienti e soci Bcc: 65 euro

Organizzazione tecnica: Consorzio Navigare

Iscrizioni entro il 31 luglio compilando la scheda di adesione.

Per informazioni, prenotazioni e conferme, è possibile rivolgersi il giovedì dalle 21 alle 22 alla sede del CCR in via Busto Arsizio 23, Sala Don Besana, a Busto Garolfo (cell. 333.340.21.69 - email: ccrbustobuguggiate@alice.it).