TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
Comunicati CCR
29/11/2019
La Matera di Beppe Borghi in mostra a Busto Garolfo

Si inaugura sabato 7 dicembre nell’auditorium Don Besana di Busto Garolfo la mostra fotografica “Un giorno a Matera” di Beppe Borghi, organizzata dal CCR e dalla nostra Bcc. Dopo l’esposizione nella Capitale europea della Cultura 2019 (avvenuta tra la fine dello scorso mese di ottobre e l’inizio di novembre), la mostra approda nel paese di residenza dell’autore, rafforzando così il legame che già unisce, con il gemellaggio con Senise, Busto Garolfo alla Basilicata. Le 25 immagini in esposizione ripercorrono un’intera giornata del capoluogo lucano – dalla mattina fino a notte fonda – raccontando il paesaggio offerto dai famosi Sassi. Perché è proprio il paesaggio l’elemento che più affascina Borghi. «Fin da piccolo, nei disegni delle elementari, mi piaceva fare paesaggi», racconta. «Questa predisposizione ha trovato un naturale sbocco nella fotografia, la mia prima passione». Nel suo viaggio a Matera di due anni fa, Borghi è rimasto affascinato dai famosi Sassi, in particolare il Sasso Barisano (che volge a nord verso Bari e Altamura) e il Sasso Caveoso (a sud). Le foto scattate sono diventate una mostra che dall’Altomilanese è approdata direttamente a Matera. «È stato un sogno», continua Borghi. «Da quando faccio fotografia, il mio pensiero è sempre stato quello di completare i miei lavori con l’esposizione al pubblico. Stampare, incorniciare e attaccare alle pareti le mie emozioni con l’obiettivo di poter trasmettere le mie emozioni. Ci sono riuscito».

L’inaugurazione della mostra è prevista alle 17.30 di sabato 7 dicembre alla presenza dell’autore. La mostra resterà allestita fino al 5 gennaio 2020 e sarà visitabile domenica 8 dicembre dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18; giovedì 12 e 19 dicembre dalle 21 alle 23 e durante tutte le manifestazioni che si svolgeranno all'interno dell'auditorium Don Besana nel periodo di Natale. L’ingresso è libero.