TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
10/01/2012
Cézanne e i suoi ateliers

Appuntamento con l'arte, quella di Paul Cézanne cui Palazzo Reale di Milano dedica la mostra "Cézanne, les ateliers du Midi". Il Circolo Culturale e Ricreativo della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate propone per sabato 4 febbraio la visita alla grande mostra antologica promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, prodotta da Palazzo Reale e Skira, che ne ha curato ogni aspetto della progettazione e organizzazione, e sostenuta dal supporto straordinario del Musée d'Orsay. L'esposizione vuol essere un omaggio al grande maestro originario di Aix-en-Provence e alla sua straordinaria e personalissima maniera pittorica che, poco compresa e molto osteggiata durante la sua vita, tanta influenza ha avuto invece sugli artisti dei movimenti successivi come il Cubismo e il Surrealismo. Cézanne, con il classicismo delle costruzioni e la forza dei colori, ha modificato il corso della storia dell'arte del Novecento diventando il padre della pittura moderna.
La mostra di Palazzo Reale presenta circa 40 opere, provenienti da grandi musei internazionali, tra i quali figurano, oltre al già citato Musée d'Orsay, il Musée de l'Orangerie, il Petit Palais, la Tate, l'Hermitage, la National Gallery di Washington, il Musée Granet di Aix-en-Provence, l'Ateneum Art Museum di Helsinki, il Chrysler Museum of Art di Norkolk, il Princeton University Art Museum. Il tema portante dell'esposizione riguarda l'attività di Cézanne in Provenza, con perno ad Aix e nei celebri atéliers - a cominciare da quello di Jas de Bouffan, la casa di campagna paterna, e poi Lauves e quello degli ultimi anni, ma anche i luoghi a lui cari come l'Estaque, Gardanne, Bellevue, Château Noir, Bibémus, dove l'artista ha realizzato moltissime sue opere. La sua è stata una produzione divisa tra l'attività en plein air o, come amava ripetere, sur le motif, e lavori in studio, creando soprattutto i ritratti o le nature morte, ma dove in realtà spesso ha rielaborato, rifinito, sviluppato i temi cominciati all'aperto.
Il percorso della mostra segue la biografia dell'artista, intrecciandone però le tematiche più care e congeniali, dalle prime opere realizzate attorno al 1860 - nel solco della tradizione artistica dell'epoca - passando per i magnifici ritratti di amici, familiari, gente comune, arrivando ai paesaggi, dapprima vicini agli esiti impressionisti, poi superati in una visione più concreta e formalmente definita, incontrando le celebri nature morte, dove il maestro ha portato all'estremo la sua ricerca di essenzialità e la sintesi tra colore e volume, sino agli ultimi straordinari dipinti degli inizi del Novecento.

Cézanne, les ateliers du Midi
Palazzo Reale, Milano
Sabato 4 febbraio

Programma:
Ore 15.45: ritrovo presso la sede Bcc a Buguggiate
Ore 16.25: ritrovo presso la sede Bcc a Busto Garolfo e partenza con autobus.
Ingresso alla mostra con visita guidata.
Possibilità di cenare sui navigli al ristorante "Officina 12".
Rientro previsto in tarda serata.

Quota di partecipazione bus e museo:
soci CCR e aggregati: 25 euro
soci BCC e clienti: 30 euro

Quota di partecipazione bus e museo con cena:
soci CCR e aggregati: 60 euro
soci BCC e clienti: 65 euro

Iscrizioni entro il 26 gennaio compilando l'apposito modulo, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Per informazioni, prenotazioni e conferme, è possibile rivolgersi ogni giovedì dalle 21 alle 22 alla sede del CCR in via Busto Arsizio 23, Sala Don Besana, a Busto Garolfo (tel/fax 0331 560211 - cellulare 333 340 21 69 - email: ccrbustobuguggiate@alice.it).