TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
News
04/12/2019
Sabato 7 dicembre inaugurazione della mostra fotografica di Beppe Borghi “Un giorno a Matera”

Nell’auditorium Don Besana, la nostra Bcc ospita i paesaggi della città dei Sassi già esposti nella Capitale europea della Cultura 2019. Fino al 5 gennaio

Sono geometrie che danno vita a paesaggi e profili disegnati dalla luce. Beppe Borghi presenta la “sua” Matera: 25 fotografie che, dopo essere state esposte nella città dei Sassi, arrivano a Busto Garolfo nell’auditorium della nostra Bcc. Si inaugura sabato 7 dicembre, alle ore 17.30, la mostra fotografica “Un giorno a Matera” che la nostra banca, insieme con il Circolo Culturale e Ricreativo, ha voluto organizzare.

Dai famosi Sassi alle brulle colline, l’esposizione racconta Matera dall’alba al tramonto (e anche dopo il calar del sole) con l’occhio attento di chi sa immortalare un paesaggio ritagliandone le emozioni.

«Il paesaggio mi ha sempre attratto», spiega Beppe Borghi. «Compariva fin da piccolo nei miei disegni alle elementari. È sempre stato il mezzo per fermare i ricordi, in particolare di viaggio». Quelle visioni hanno però trovato nuova dimensione con una macchina fotografica in mano. «Vado alla ricerca di linee, forme, colori che talvolta sono semplicemente nascoste dalla ricchezza degli elementi che compongono un paesaggio», racconta Borghi. «Può essere complesso, ma è un’operazione che viene d’istinto: inquadro ciò che mi comunica qualcosa». Con la scoperta delle opere di Luigi Ghirri, tra i maggiori fotografi italiani di paesaggio, Borghi ha trovato una dimensione più personale dove non c’è solamente il gioco geometrico, ma il racconto di uno spazio.

Nel suo viaggio a Matera di due anni fa, Borghi è rimasto affascinato dai famosi Sassi: il Sasso Barisano (che volge a nord verso Bari e Altamura) e il Sasso Caveoso (a sud). Gli scatti, grazie alla collaborazione di Bernardina Tavella responsabile nazionale Dipartimento Servizio Civile UNPLI, hanno suscitato l’interesse della Proloco della Regione Basilicata che le ha volute proprio nell’anno in cui Matera è Capitale europea della Cultura. «È stato un grande onore poterle esporre proprio nella città dove sono state scattate, in un anno particolare per la stessa Matera», prosegue. «Da quando faccio fotografia, il mio pensiero è sempre stato quello di completare i miei lavori con l’esposizione al pubblico. Stampare, incorniciare e attaccare alle pareti le mie emozioni con l’obiettivo di poterle trasmettere. Matera è stata una grande occasione».

Da Matera ora la mostra passa a Busto Garolfo. Un’occasione che la nostra Bcc non si fatta sfuggire.

L’inaugurazione della mostra è prevista alle 17.30 di sabato 7 dicembre alla presenza dell’autore. La mostra rimane allestita fino al 5 gennaio 2020 ed è visitabile domenica 8 dicembre dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18; giovedì 12 e 19 dicembre dalle 21 alle 23 e durante tutte le manifestazioni che si svolgono all'interno dell’auditorium Don Besana nel periodo di Natale. L’ingresso è libero.