TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
04/05/2009
Castano Primo: la settimana del Crocifisso

Si sono aperte domenica 3 maggio le celebrazioni per la Festa del Crocifisso che si svolge ogni 25 anni a Castano Primo. Il paese si appresta a vivere una delle settimane più intense della sua storia. Attese migliaia di persone in piazza per le celebrazioni finali, che si svolgeranno domenica prossima, 10 maggio. All'origine della tradizione c'è il voto che gli abitanti del paese fecero il 3 giugno 1859. L'esercito austriaco puntava i suoi cannoni contro la piazza. I castanesi si rifugiarono in chiesa a pregare il Crocifisso di salvarli. Gli austriaci inspiegabilmente si ritirarono. Da allora ogni 25 anni il Crocifisso esce dalla Chiesa dove da secoli è venerato per essere portato a spalla per le vie del paese. Ha aperto le celebrazioni del 2009 Monsignor Luigi Belloli, originario della vicina Inveruno, vescovo emerito di Anagni, purtroppo Carlo Maria Martini non ha potuto essere presente a causa delle sue precarie condizioni di salute. "Il Crocifisso è una grande speranza per l'avvenire, che noi vogliamo portare e consegnare alle generazioni future", disse durante le ultime celebrazioni il Cardinal Carlo Maria Martini. "La prossima Festa del Crocifisso sarà negli anni 2000. Vedremo allora che cosa avremo consegnato alle generazioni future. Quale fede e quale speranza avranno ricevuto in dono da noi". Ed ecco un esercito di fedeli che si è schierato in Chiesa per iniziare le solenni celebrazioni della settimana del Crocifisso. Nessuno manca all'appello. Il sindaco, Dario Calloni, presente alla cerimonia inaugurale ha detto: "La Festa del Santo Crocifisso è molto importante, in quanto è un fattore di identità e di coesione per l'intera comunità. Il Comune si sente onorato di dare il suo pieno appoggio alla buona riuscita di questa solenne translazione". Ai molti fedeli cha hanno deciso di investire tempo e risorse si è unita la nostra banca, presente a Castano Primo con uno sportello da fine 2006, che ha deciso di sostenere sul piano economico i festeggiamenti, ed ha messo a disposizione 13 mila euro per la realizzazione di 10 totem alti 2 metri, recanti le immagini e la storia del Santo Crocifisso di Castano Primo.
Dopo la giornata di apertura il Santo Crocifisso andrà oggi dalla Chiesa Prepositurale di San Zenone all'Auditorim Paccagnani, domani raggiungerà la Chiesa dell'Addolorata, per passare poi i giorni successivi alla Chiesa Parrocchiale della Madonna dei Poveri, alla tensostruttura del Campo sportivo di via Mantegnam per tornare venerdì al suo luogo d'origine, la Chiesa di San Zenone. Le celebrazioni si concluderanno domenica prossima in piazza alla presenza dell'Arcivescovo di Milano.