TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
18/06/2014
Gli alunni del Cavalleri inaugurano la loro Oasi di Bellezza
A Parabiago gli studenti della 5 D hanno recuperato uno spazio verde ispirandosi al concetto di bellezza. L’intervento è stato sostenuto anche dalla nostra Bcc

Oasi di Pace parabiago 1Il bello quale forma di educazione al rispetto e alla valorizzazione del territorio. È stato inaugurato sabato 14 giugno l’Oasi di Pace e Bellezza che gli studenti di quinta D del liceo scientifico Cavalleri di Parabiago hanno realizzato recuperando un’area verde tra via Unione e via Marconi. Il progetto si è classificato al secondo posto al programma nazionale Meet no Neet, promosso dalla Fondazione Mondo Digitale in collaborazione con Microsoft, Roma Capitale e le scuole, alle spalle del progetto “Ripuliamo portando innovazione” dell’Itis Ferraris di Scampia (Na) e davanti a “Bottle” del liceo Argan di Roma. «È stato un lavoro molto impegnativo che però i ragazzi hanno saputo portare fino in fondo», ha detto il dirigente scolastico del Cavalleri Luciano Francesco Bagnato al taglio del nastro alla presenta della rappresentante della nostra Bcc, Danila Battaglia componente del Cda della banca e del vicesindaco di Parabiago Raffaele Cucchi. «Ringraziamo gli sponsor che hanno creduto in questo progetto e ci hanno aiutato nella sua realizzazione», ha aggiunto la professoressa Graziella Bossi che ha seguito la classe nello sviluppo del progetto e nella partecipazione al programma. «Siamo un banca locale e sosteniamo il territorio», ha detto Battaglia. «Questo nostro ruolo che portiamo avanti da oltre 115 anni ci ha portato a raccogliere la richiesta che ci è arrivata dai ragazzi: il valore di questo progetto non è solamente nella qualità estetica e nelle finalità educative, ma anche perché con questo intervento gli alunni hanno dimostrato di voler bene al loro territorio».
I ragazzi del Cavalleri hanno improntato il loro progetto attorno al concetto di bellezza. «Se cominciamo ad apprezzare le bellezze della natura - gli alberi, i fiori, i fiumi - non potremo e non vorremo mai danneggiarli. La bellezza si preserva e si protegge solo se la si vede e la si ama. La percezione della bellezza migliora il nostro rapporto con l’ambiente», hanno spiegato gli alunni andando a realizzare due percorsi fruitivi che hanno chiamato “Percorso dell’anima” e “Giardino dei profumi”. Il primo è caratterizzato da una galleria a cielo aperto con dipinti per lo più impressionisti con aforismi legati al tema della bellezza e della natura; il secondo si caratterizza per la presenza di essenze profumate affinché attraverso l’olfatto il visitatore possa apprezzare maggiormente l’ambiente. Per concludere l’intero progetto, in settembre sarà realizzata anche un’area recintata per l’agility dog.