TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
06/03/2017
Busto Garolfo incontra Amandola donando oltre 17mila euro
Sabato 4 marzo sono stati consegnati al sindaco del Comune colpito dal terremoto i fondi raccolti anche grazie alla nostra Bcc

All’appello della solidarietà risponde generosamente la comunità di Busto Garolfo. Con l’iniziativa “Busto Garolfo incontra Amandola”, sabato 4 marzo nella sala consiliare di Busto Garolfo il sindaco Susanna Biondi, insieme con il consigliere della nostra Bcc Vittorio Pinciroli e il referente del gruppo bustese di Protezione civile Alberto Sassi, ha consegnato al sindaco di Amandola Adolfo Marinangeli 17.871,94 euro, somma che è stata raccolta attraverso le diverse iniziative che sono state promosse in paese dall’autunno scorso in favore delle popolazioni terremotate. La nostra Bcc ha raddoppiato quanto i bustesi hanno generosamente donato attraverso la cassettina posta all’interno della propria sede di via Manzoni.
Quel “lasciamo un segno non un sogno” che ha contraddistinto tutta la campagna di solidarietà è quindi diventato un grande gesto concreto. «È un segno importante non solamente per la somma, ma perché testimonia la volontà di una comunità di aiutare un’altra comunità», ha detto il sindaco Marinangeli ringraziando. «Sono soldi che useremo per la cultura all’interno della nostra campagna “Amandola riparte” : ripartiamo partire dalle nostre eccellenze culturali, come la Fenice, il museo, le tante opere d’arte e l’ambiente dei Monti Sibillini, per riportare turisti ad Amandola». Ha osservato Biondi: «Siamo indubbiamente felici di poter contribuire alla ripartenza di Amandola, un piccolo borgo che abbiamo imparato a conoscere e che vuole investire sul dopo terremoto sulla cultura. Busto Garolfo ha fatto sentire il suo essere comunità nel voler essere vicina ad Amandola». In questo contesto, anche una banca di comunità, quale è la nostra, non poteva restare indifferente. Come ha detto il consigliere Pinciroli: «Abbiamo risposto all’appello lanciato dal gruppo di protezione civile di Busto Garolfo sostenendo le diverse iniziative che sono state fatte nell’ottica di quei valori di cooperazione e mutualità che caratterizzano il nostro essere banca locale da 120 anni». Il Gruppo di ricerca storica di Busto Garolfo ha voluto donare al sindaco Marinangeli tutti i libri prodotti sulla storia locale. La serata è stata allietata dalle note del gruppo Why Not?