TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
News
10/12/2019
La Matera di Beppe Borghi in Bcc. Inaugurata la mostra fotografica

L’auditorium Don Besana della nostra Bcc ospita fino al 5 gennaio “Un giorno a Matera”

Hanno prevalso le emozioni. In una serata dedicata alla fotografia, sono state le emozioni le grandi protagoniste, quelle suscitate dagli scatti di Beppe Borghi ma anche quelle provate dallo stesso autore che, dopo aver esposto nella Capitale europea della Cultura 2019 ha riportato “a casa” la sua mostra fotografica “Un giorno a Matera”. La nostra Bcc, con il supporto del Circolo Culturale e Ricreativo della banca, ha inaugurato sabato 7 dicembre l’esposizione delle immagini della Città dei Sassi. «È per noi un grande onore poter ospitare questa mostra», ha introdotto Roberto Scazzosi, presidente della nostra Bcc, intervenuto insieme con la presidente del CCR Maria Carla Ceriotti. «Ci apriamo all’arte e ci apriamo al territorio, valorizzando l’opera di un fotografo di Busto Garolfo. È un piccolo regalo che facciamo alla nostra comunità per il periodo di Natale».

Gli oltre 900 km che separano Busto Garolfo e Matera sono stati quasi azzerati dalle 25 fotografie in mostra. Panorami di una terra arida dura che però hanno assunto nuova forma nelle  inquadrature di Borghi.  «Matera è una città antichissima che è stata valorizzata solamente negli ultimi anni», ha ricordato il critico fotografico Dario Ferrè nella sua presentazione della mostra. «Fusione di diverse culture è stata riqualificata come merita e oggi la possiamo ammirare in queste fotografie». Scatti che Borghi ha fatto due anni fa durante una vacanza e che presentano la città dal sorgere del sole fin dopo il tramonto. «Il paesaggio mi ha sempre attratto», ha confessato Borghi. «nel paesaggio cerco linee, forme, colori che talvolta sono semplicemente nascoste dalla ricchezza degli elementi che compongono uno scorcio», racconta Borghi. «Può essere complesso, ma è un’operazione che faccio d’istinto: inquadro ciò che mi comunica qualcosa». E in questa esposizione è riuscito a comunicare le sue sensazioni.

La mostra rimane allestita fino al 5 gennaio 2020. È visitabile giovedì 12 e 19 dicembre dalle 21 alle 23 e durante tutte le manifestazioni che si svolgono all'interno dell’auditorium Don Besana nel periodo di Natale. L’ingresso è libero.

mostra matera 2019