TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
29/09/2010
Roberto Scazzosi è il nuovo presidente della nostra Bcc

Ha 42 anni ed è avvocato il nuovo presidente della nostra Bcc. Roberto Scazzosi è stato nominato alla guida della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate nella sera di martedì 28 settembre, durante la seduta del Consiglio di amministrazione che ha preso atto delle dimissioni presentate da Lidio Clementi, presidente dal febbraio 2007.
Quello ai vertici dell'unica banca locale dell'Alto Milanese e del Varesotto, quale è la nostra Bcc, è stato un passaggio di consegne preparato già da tempo e che rappresenta un ulteriore tassello del cammino di ringiovanimento delle cariche istituzionali. Ad aprile 2010, infatti, c'era stato un primo passo, con la nomina di Roberto Scazzosi alla presidenza del Comitato Esecutivo. Con la nuova nomina di Scazzosi, questo processo è ulteriormente andato avanti: Mauro Colombo, 42 anni, imprenditore, residente a Villa Cortese è il nuovo vice presidente della nostra Bcc, mentre Giuseppe Barni, 49 anni, imprenditore, è il vice presidente del Comitato Esecutivo.
«Io e l'intero Consiglio di amministrazione ringraziamo Clementi per quanto fatto in questi anni», sono stati i primi commenti di Roberto Scazzosi durante la conferenza stampa di presentazione organizzata mercoledì 29 settembre alla presenza dell'intero Consiglio di amministrazione della nostra Bcc. Il nuovo presidente ha confermato anche le linee guida della banca. «Per quanto riguarda la linea politica e le ambizioni della nostra Bcc, si proseguirà nella totale continuità di tutti i progetti in corso, secondo le linee del piano strategico che abbiamo approvato in Consiglio pochi mesi fa. Grande attenzione al territorio, sostegno alle aziende e agli imprenditori, soluzioni per le famiglie: questi i capisaldi di un'attività e di un ruolo che la nostra Bcc svolge da più di un secolo».
Ha proseguito Scazzosi: «La strada del ringiovanimento che abbiamo deciso di seguire non riguarda solo i vertici della banca, ma anche la compagine sociale: dalla scorsa assemblea, infatti, abbiamo lanciato il progetto per favorire l'ingresso tra i soci della nostra Bcc i figli dei soci storici. E non è neppure un fatto esclusivamente anagrafico: maggiore collegialità e rappresentanza verso l'esterno affidata a tutti i consiglieri, sono solo due dei punti che contraddistingueranno la mia presidenza».
La Bcc non rinuncerà all'importante ruolo finora ricoperto, anche nella recente congiuntura economica. Ha detto Scazzosi: «La buona amministrazione di una banca consiste nel bilanciare due esigenze: la mission di una banca, che è quella di concedere credito, e l'indispensabile assunzione di responsabilità a questa legata. Con questo spirito abbiamo affrontato il momento critico vissuto dall'economia del nostro territorio»
Al posto di Lidio Clementi in CdA, nelle prossime settimane sarà cooptato un nuovo consigliere, mentre l'elezione definitiva del tredicesimo componente del Consiglio di amministrazione della nostra Bcc avverrà, come da statuto, alla prima assemblea dei soci che è prevista nel maggio 2011.

Il Consiglio di amministrazione della nostra Bcc si compone quindi così: Roberto Scazzosi (presidente), Ignazio Parrinello (vice presidente vicario), Mauro Colombo (vice presidente), Giuseppe Barni, Danila Battaglia, Rinaldo Borsa, Cecilia Cardani, Enzo Papa, Vittorio Pinciroli, Graziano Porta, Mario Pozzi, Andrea Rinaldi.