TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
23/02/2010
La Messe Solennelle di Rossini a Castellanza

Dopo l'esordio con Beethoven, la stagione lirico-sinfonica della nostra Bcc presenta Rossini. Sabato 27 febbraio, nella chiesa parrocchiale di San Giulio a Castellanza (Va), l'orchestra e il coro Amadeus, diretti dal maestro Marco Raimondi, eseguiranno la Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini per il concerto per i Vespri.
Scritta nel 1863 e considerata il testamento spirituale di Rossini, la Petite Messe Solennelle ha anticipato i tempi della musica moderna dando quegli indirizzi e forme che si sono sviluppate ben oltre la metà dell'Ottocento per giungere agli inizi del Novecento. Costruita come una Messa, dal Kirie all'Agnus Dei, non è né piccola né si può dire solenne perché ricca delle melodie e delle fioriture che sono proprie delle musiche di Rossini. In essa si percepisce una grande spiritualità, come si evidenzia anche nella nota che Rossini scrisse al termine dello spartito: "Caro Dio. Eccola terminata questa povera piccola messa. Ho scritto musica sacra o musica maledetta. Ero nato per l'opera buffa, lo sai bene! Poca scienza, un pochino di cuore, ecco tutto. Sii dunque benedetto, e concedimi il paradiso".
La Petite Messe Solennelle fu eseguita in pubblico, con il musicista vivente, solo tre volte e sempre nello stesso luogo. Nel 1867 pensando che se non ci avesse pensato lui lo avrebbe fatto qualcun altro, Rossini approntò una versione orchestrale che fu eseguita il 28 febbraio 1869 al Theatre-Italien. L'anno prima della morte del compositore.
La Petite Messe viene proposta a Castellanza dall'ensemble Amadeus sotto la direzione del maestro Marco Raimondi, con le voci soliste: Kaoru Saito soprano, Monica Vacani contralto, Andrea Semeraro tenore e Davide Rocca baritono. All'organo, il maestro Enrico Raimondi.
L'inizio è alle 21, l'ingresso è libero.


La stagione lirico sinfonica della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate prosegue a Legnano, il 6 marzo, nella chiesa del Santissimo Redentore, per recuperare il concerto della Candelora che non si era potuto tenere per maltempo. Concerti sono previsti a Gallarate, il 15 maggio; Busto Arsizio, l'11 giugno e a San Giorgio su Legnano, l'8 dicembre.