TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
30/06/2009
Barbarossa Classic: sport e solidarietà con la Bcc

Nel segno della solidarietà si è svolta domenica 28 giugno la seconda edizione del "Barbarossa Classic", secondo memorial Angelo Renato Chiapparini, manifestazione turistico-statica non competitiva a navigazione "Road book", organizzata dalla "Scuderia storica A.R.Chiapparini" di Legnano e sostenuta dalla nostra Bcc. Una quarantina di veicoli rigorosamente storici hanno percorso le strade dell'Alto Milanese e del Varesotto e, dopo aver toccato dieci filiali della Bcc (Castellanza, Cassano Magnago, Somma Lombardo, Bodio Lomnago, Buguggiate, Castano Primo, Buscate, Dairago, Villa Cortese e Busto Garolfo), si sono ritrovate al castello visconteo di Legnano. Ad attenderle, insieme a quasi 200 mezzi d'epoca disposti sul piazzale, il presidente della nostra Bcc, Lidio Clementi, il sindaco di Legnano Lorenzo Vitali con l'assessore alla Polizia locale Elio Faggionato, e il presidente della scuderia "A.R. Chiapparini", Orazio Mondo.
«Ci divertiamo a viaggiare sulle auto storiche e soprattutto a fare del bene perché sport e solidarietà devono andare sempre a braccetto», ha detto Mondo commentando la buona riuscita della manifestazione. Lo sport rappresentato dalla auto, la solidarietà invece dalla finalità benefica della manifestazione. Infatti, dopo aver aiutato alcune associazioni che operano con persone con disabilità, le popolazioni colpite dallo tsunami, i Francescani di Gallarate e la fondazione Clay Regazzoni, quest'anno la scuderia storica ha voluto dare una mano alla Casa della Carità, nello specifico, la mensa dei poveri dei Frati Carmelitani Scalzi di Legnano, una realtà che opera ormai da oltre sei anni con l'esplicito intento di rispondere alle sempre crescenti esigenze delle persone più indigenti. «Avete avuto la bontà di pensare a coloro che oggi sono meno fortunati, che non hanno nemmeno un'automobile perché a loro manca addirittura il pane», ha commentato padre Gabriele della Casa della Carità ritirando l'assegno da 2mila euro. «E sono sempre più anche gli italiani, oltre agli stranieri, a rivolgersi alla nostra mensa, prostrati da questa crisi economica».
Soddisfatto il commento del nostro presidente: «È con grande entusiasmo che abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa -ha ricordato Clementi- una manifestazione che non solamente raccoglie gli appassionati di auto storiche, ma soprattutto vuole aiutare un'importante realtà di Legnano: la Casa della Carità è infatti una struttura unica nella zona che dà una mano fondamentale a quanti hanno più bisogno. Come banca locale, abbiamo voluto essere al fianco del territorio, alle associazioni e ai volontari che operano con spirito solidaristico».
Benché la manifestazione non avesse carattere competitivo, sono stati consegnati dei riconoscimenti agli equipaggi e alle scuderie. Gian Mario Maressa e Maria Pia Pedroni, entrambi della "Chiapparini", sono risultati essere per somma d'età l'equipaggio veterano della manifestazione. Il gruppo più numeroso è stato quello di Cuggiono, denominato "Bo.har.da.", mentre il trofeo alla memoria di Angelo Renato Chiapparini è andato alla coppia della stessa scuderia legnanese composta da Andrea Palumbo e Franca Colombo. Pilota e navigatori più giovani sono stati Matteo Simone Siviero e Alex Grassi, mentre i più anziani Alessandro Gibilisco e Ermanno Menozzi. Riconoscimenti sono stati tributati anche ai club "Le Classiche Automotostoriche" di Buscate, "Automoto 900" di Corbetta, "Autocastello concessionaria Renault" di Legnano, "Cozzi Giulio" di Canegrate e "Moto Classic Bike" di Legnano.