TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
30/03/2009
Cassa integrazione a tasso zero anche per Varese

Un protocollo di intesa tra la nostra banca e Associazione Artigiani Provincia di Varese - Confartigianato Imprese è stato sottoscritto questa mattina per anticipare, senza oneri e costi a carico di lavoratori e imprese, la cassa integrazione guadagni straordinaria e i contratti di solidarietà ai dipendenti delle imprese artigiane che non avendo la liquidità necessaria per anticipare ai lavoratori il trattamento di Cigs, ne chiedono il pagamento diretto da parte dell'Inps, oppure che ricorrono ai contratti di solidarietà. In questi casi l'erogazione del trattamento economico avviene dopo alcuni mesi, durante i quali i lavoratori non ricevono lo stipendio.
Nel dettaglio, l'intesa sottoscritta questa mattina prevede la costituzione da parte della Bcc di un fondo di solidarietà rotativo, valido per tutto il 2009, di un milione di euro. Ai lavoratori verrà anticipata, il 10 di ogni mese, la quota dovuta da parte degli Istituti, in proporzione alle ore di cassa integrazione effettuate nel mese precedente, fino ad un massimo mensile di 900,00 euro. Ogni dipendente potrà godere dell'agevolazione per un massimo di 7 mesi e, comunque, fino all'avvio del pagamento diretto da parte degli Istituti. E questo significa che, in caso di utilizzo complessivo del plafond, saranno tra 300 e 900 i lavoratori delle imprese artigiane che potranno accedere al sostegno, a seconda che l'aiuto venga erogato per i 7 mesi previsti o che il pagamento diretto arrivi in tre, quattro mesi.
L'erogazione dell'anticipo sulla cassa integrazione avviene su un conto corrente dedicato, aperto da ogni lavoratore interessato, su base individuale e volontaria, presso una filiale della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate. Unica richiesta per accedere al beneficio: la sottoscrizione di quanto necessario per l'accredito da parte degli Istituti del trattamento della Cigs su tale conto corrente. Il conto corrente sarà a spese zero ed a interessi zero per tutto il periodo in cui il dipendente sarà in cassa integrazione o farà ricorso al contratto di solidarietà e potrà essere chiuso, senza costo, in qualunque momento successivo all'accredito da parte dell'Inps dell'importo pari al corrispettivo anticipato dalla Bcc al lavoratore; anche l'imposta di bollo sarà a carico della Bcc.
L'intesa è operativa da oggi per i dipendenti delle micro e piccole imprese con meno di 50 dipendenti, che operano nel territorio di competenza della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, aderenti a Confartigianato Alto Milanese, che non abbiano avviato procedure fallimentari o concorsuali, e che richiederanno l'ammissione all'istituto della Cigs, anche in deroga, con richiesta di pagamento diretto, nonché ai contratti di solidarietà per il comparto artigiano.