TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
11/08/2008
Appuntamento alla XXVIII edizione della Festa Popolare di Olcella

La ventottesima edizione della Festa Popolare è in programma dal 22 agosto al primo settembre all'oratorio di Olcella (in via Santa Geltrude). La formula è quella tradizionale: una cucina curata, abbinata a tanta buona musica con la possibilità di divertirsi in ogni momento. Tutte le sere è infatti possibile cenare in compagnia (viene consigliata la prenotazione) e ballare. Durante le due domeniche (il 24 e il 31 agosto) la cucina è aperta anche a mezzogiorno e nel pomeriggio vengono organizzati dei giochi. Confermati i tre appuntamenti particolari della manifestazione: innanzitutto la giornata dedicata ai disabili che è stata fissata per sabato 23 agosto, in secondo luogo la giornata del pensionato (giovedì 28 agosto), infine lo spettacolo di fuochi d'artificio che chiude ufficialmente la festa (lunedì 1 settembre).

Al fianco di parrocchia e cittadini c'è la Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate che anche quest'anno ha deciso di sostenere la festa e le attività parrocchiali con un contributo di 7.800 euro. Una somma che «testimonia la nostra vicinanza a questa realtà locale», commenta il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Bugugggiate, Lidio Clementi. «Nel nostro essere banca locale, sosteniamo tutte quelle espressioni che sono sintomo della vitalità di un territorio e permettono al territorio stesso di poter crescere». La Festa Popolare di Olcella è una delle più sentite espressioni di questo territorio; una manifestazione che ha saputo fin da subito travalicare i confini della frazione bustese attirando persone anche dai paesi limitrofi. «È una festa che continua a resistere con successo nonostante il passare degli anni -spiega Pier Luigi Ceriotti, anima del Comitato organizzatore- Ringraziamo la Bcc per il contributo che ogni anno ci dà; un sostengo che ci permette di mantenere sempre viva una tradizione di Olcella».