TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
28/03/2011
Al Sociale Mozart e Bcc concedono il tris

Mattino, pomeriggio e sera: tre tutto esaurito in una sola giornata, venerdì 25 marzo, che ha visto il Sociale di Busto Arsizio preso d'assalto dalle scuole del territorio per Mozart -Alla scoperta della lirica, la proposta del Circolo Accademico Culturale e della Bcc per avvicinare i giovanissimi al teatro musicale. Sul palco l'orchestra Microkosmos diretta dal Maestro Fabio Gallazzi e Danilo Lamperti nelle vesti della voce narrante. Anzi, per essere più precisi, nelle vesti di Mozart stesso che si è presentato agli alunni attraverso le sue musiche, i personaggi delle sue opere, i ricordi della sua vita e i suoi gusti. Dalle Nozze di Figaro al Flauto magico al Don Giovanni la voce ha giocato con la platea proponendo indovinelli, stimolando la partecipazione. «Il risultato è stato di coinvolgere gli alunni per tutta la lezione-spettacolo -riferisce il consigliere del CdA Cecilia Cardani, presente alla prove aperte del pomeriggio-. È stata un'iniziativa a misura di bimbo, un modo azzeccato per stimolare nei giovanissimi l'interesse verso un patrimonio musicale che non si deve perdere perché rappresenta una ricchezza culturale enorme. Mai come in questa occasione, alla presenza di bambini ho sentito così calzante il nostro motto Aiutiamoci a crescere: quale migliore occasione per crescere che conoscere, sotto forma di gioco, i capolavori del teatro musicale?». Tutto lo spettacolo ha avuto quell'intonazione ludica che ha avvicinato i bambini agli strumenti seguendo una storia e non spiegazioni astratte; e così nella forma della narrazione sono stati introdotti concetti musicali e aspetti della personalità di Mozart complessi per una platea tanto giovane. Compito difficile, ma la bravura di Lamperti ha fatto centro giudicando entusiasmo dei circa 1300 bambini presenti al Sociale. Le scolaresche provenivano da Busto Garolfo, Olcella, Varese, Buguggiate e Busto Arsizio; il lavoro di contatto è stato svolto dal Circolo Culturale ricreativo della Bcc. E proprio al Ccr è andato il grazie espresso dal consigliere Vittorio Pinciroli nello spettacolo serale, quello aperto a tutti. «Ci sono tanti fattori che concorrono alla riuscita di una manifestazione; in questo caso, oltre alla bravura del direttore, dei musicisti e alla brillantezza della voce narrante c'è l'impegno del nostro Ccr: a nome della Banca rivolgo quindi un grazie a Erasmo Ferrario, a Luigia Clementi e alla presidente Maria Carla Ceriotti. Avere sostenuto questa iniziativa, che ha riscosso un così grande successo fra i giovanissimi, è motivo d'orgoglio per la Bcc. Sono momenti difficili per le attività culturali, ma la Bcc, ancora una volta, ha fatto la sua parte».