TAB SOCI LATERALE
facebook_lan
twitter_lan
youtube_lan
Newsletter_icon
blog_icon_BG
 
titolo

News

 
News
28/12/2012
Un 2012 dalla parte del territorio

354mila euro di contributi al territorio nonostante un 2011 chiuso senza utile: la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate conferma la sua mission di banca locale anche nel 2012, anno quarto della peggior crisi economica dal '29. Per statuto la Bcc destina quota parte dell'utile (fino a un massimo del 27%) per contribuire all'attività e alle iniziative di enti, amministrazioni comunali e associazioni, ma «nonostante il bilancio del 2011 non si sia chiuso in attivo abbiamo scelto di aiutare comunque il tessuto locale che sta attraversando un momento così complesso -spiega il presidente della Bcc Roberto Scazzosi-. È uno sforzo, il nostro, in funzione anticiclica: in tempi di stretta economica l'attività di tante realtà locali rischia di essere fortemente penalizzata quindi di impoverire la propria offerta di servizi al territorio. Questo significa essere banca del territorio: non venir meno al proprio impegno e dare conto responsabilmente agli altri attori locali del proprio operato».
I contributi per il 2012 complessivamente valgono 354mila euro e si articolano in quattro ambiti tematici (cultura 100mila euro, educazione 34mila 500 euro, attività socio sanitarie 76mila euro e sport 64mila euro) e una voce particolare, legata alla storia e ai valori della Bcc e che dimostra la vicinanza alle istituzioni della Chiesa: per sostenere le attività di parrocchie e oratori del territorio nel 2012 la banca ha stanziato 77mila 500 euro.

Nella foto scattata in occasione della settimana delle prevenzione organizzata dalla Lega italiana lotta ai tumori da sinistra il presidente del collegio sindacale Gianfranco Sommaruga, il presidente Bcc Roberto Scazzosi, il direttore generale Luca Barni