TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 

RICORSO ALL'ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO

In caso di controversie inerenti ad operazioni e servizi bancari e finanziari o servizi di pagamento di cui alla Payment Service Directive (PSD):

se il Cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta al reclamo entro i termini previsti, prima di ricorrere al giudice, può:

  • può rivolgersi all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF): i) se l'operazione o il comportamento contestato è successivo alla data del 1°.1.2009; ii) nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro; iii) senza limiti di importo, in tutti gli altri casi. Per sapere come rivolgersi all'Arbitro si può consultare il sitowww.arbitrobancariofinanziario.it, chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere alla Banca. Resta ferma la possibilità per il cliente e per la Banca di ricorrere all'autorità giudiziaria ordinaria;
  •  può richiedere di attivare la Procedura di Conciliazione paritetica definita da UniCredit con le Associazioni dei Consumatori riconosciute a livello nazionale. La Procedura, operativa dal 1°febbraio 2011, potrà essere attivata dal Cliente-Consumatore per le seguenti esclusive controversie: - conti correnti - carte di debito - servizio di incasso e pagamenti. Il valore delle controversie non dovrà superare i 25.000 euro e si dovrà riferire ad operazioni poste in essere successivamente al 1° gennaio 2007. Per maggiori informazioni: Procedura di conciliazione paritetica

Resta ferma la possibilità di ricorrere all’autorità giudiziaria in caso di mancato accordo.

Al fine della definizione stragiudiziale di eventuali controversie, prima di fare ricorso all'Autorità Giudiziaria, anche in assenza di preventivo reclamo, il Cliente e/o la Banca devono attivare, quale condizione di procedibilità, un procedimento di mediazione, - finalizzato al tentativo di trovare un accordo – ricorrendo, ai sensi dell'art. 5 comma 1 bis Decreto Legislativo 4 marzo 2010 n. 28:

  • all'Organismo di Conciliazione Bancaria costituito dal Conciliatore Bancario Finanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR. Per maggiori informazioni si può consultare il sito www.conciliatorebancario.it dove è disponibile in relativo Regolamento oppure
  • ad uno degli altri Organismi di mediazione, specializzati in materia bancaria e finanziaria, iscritto nell'apposto Registro degli organismi tenuto dal Ministero della Giustizia.

Il ricorso all’ABF assolve alla condizione di procedibilità di cui sopra

Potete consultare le guide ai seguenti link:

- ABF IN PAROLE SEMPLICI

http://www.bancaditalia.it/media/notizie/2018/abf-in-parole-semplici.pdf

- GUIDA AL RICORSO ALL'ABF

http://www.bancaditalia.it/media/notizie/2018/Guida-ricorso-abf.pdf