TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
News
24/04/2019
Sabato 27 aprile, a Legnano il terzo Festival di Danza e Musica dal Mondo

Tre Paesi, quattro scuole per andare alla scoperta della danza di carattere e della musica dell’Est. La terza edizione del Festival di Danza e Musica dal Mondo, che è organizzata dall’Associazione Musicale Jubilate sotto la direzione artistica di Natalia Piskareva e con il supporto della nostra Bcc, rende omaggio a Russia, Ucraina e Albania. Sabato 27 aprile dalle 20.30, sul palco del Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi” (ingresso libero) si esibiscono quattro corpi di danza che sono tra le eccellenze in questa particolare disciplina: da Odessa (Ucraina) il Teatro Ermita insieme con il coro e i solisti Qvinta con le tipiche danze e musiche ucraine; il Centro Nuova Danza di Settimo Torinese presenta la Russia; il gruppo legnanese Il Ponte dell’Unità porta sul palco la musica e la danza dell’Albania; propone la Russia anche la Compagnia di Danza Jubilate Pinat Dance di Legnano, progetto nato dall’associazione Jubilate grazie alla collaborazione con la coreografa russa Natalia Piskareva.

Come già avvenuto nella seconda edizione, anche il Festival di quest’anno si rafforza grazie alla collaborazione con La Fabbrica del Canto per dimostrare come il canto e la musica siano affiancabili all’arte della danza. Duplice la finalità: far avvicinare le nuove generazioni alla musica e alla danza di carattere e far conoscere attraverso queste discipline le tradizioni, i costumi e la musica di ciascun Paese.

«La danza di carattere consiste nello studio delle danze folkloristico-popolari», spiega Natalia Piskareva, direttore artistico del Festival. «Questa disciplina rientra nella tradizione e nella storia della danza classica, e conserva il legame con le tradizioni e i folklori, espressi anche dall’abbigliamento della terra in cui è nata. La danza di carattere è fondamentale per migliorare l’espressività e l’interpretazione del danzatore ed inoltre è un valido aiuto per sviluppare la musicalità e il senso del ritmo».

Il Festival, seppur a carattere non competitivo, assegnerà alcuni premi attraverso il giudizio di una giuria di esperti. Faranno parte della giuria: Vera Karpenko insegnante Accademia della Scala ed ex prima ballerina; Gianpaolo Podini insegnante alla Scuola di danza della Scala ed ex primo ballerino del Teatro alla Scala; Romano Pucci, concertista ed ex primo flauto della Scala; Federica Farina esperta di danza; Maura Giunta, giornalista. Presentatore della serata: Giorgio Verduci.