TAB SOCI LATERALE
Facebook
Twitter
Youtube
Newsletter
Linkiesta
Area Riservata
 
titolo

News

 
Comunicati CCR
23/09/2020
Iniziative sospese, ma tanta voglia di fare del CCR

Sede chiusa, iniziative sospese, ma tante richieste di partecipazione. Sembra una contraddizione, ma è il segnale concreto che il Circolo Culturale e Ricreativo della nostra Bcc c’è. C’è nonostante una programmazione che è stata praticamente azzerata dall’emergenza sanitaria; c’è nonostante le occasioni di ritrovo siano state ridotte a nulla; c’è nonostante i timori che la diffusione del virus solleva. Al termine di una stagione estiva che è stata indubbiamente anomala, il CCR ribadisce il proprio impegno per i soci e i simpatizzanti. «Ci atteniamo ai decreti ministeriali: al momento non siamo ancora in grado di poter delineare una programmazione», premette la presidente del CCR, Maria Carla Ceriotti.

Dopo un inizio 2020 intenso con il Capodanno festeggiato a Roma, l’uscita a Milano, il concerto del Coro Divertimento Vocale per l’associazione Hakuna Matata e la tradizionale assemblea di fine febbraio, tutti gli eventi sono stati sospesi. Eppure vantavano già l’adesione complessiva di quasi 350 persone. Se per la Tosca a Varese l’appuntamento è, al momento, rinviato a gennaio, mentre lo spettacolo del Cirque du Soleil sarà a maggio, la gita a Mantova, la settimana in Toscana e il tour dell’Oman necessitano di una nuova programmazione. «Nonostante l’emergenza sanitaria c’è tanta voglia di partecipare, di muoversi, di organizzare. Una disponibilità sorprendente, ma che conferma la bontà del lavoro fatto finora e l’unità del Circolo Culturale e Ricreativo che, attorno ai valori fondanti della nostra Bcc,  ha creato un gruppo in continua crescita», aggiunge Ceriotti. «Ad oggi gli spostamenti in gruppo sono fortemente sconsigliati; inoltre, le restrizioni sulle presenze negli spazi chiusi ci impongono di attendere nuove disposizioni per tornare insieme. Ciononostante, il CCR dimostra anche in questi complessi mesi una vitalità per certi versi inaspettata, ma che riempie di soddisfazione il direttivo della nostra associazione e ci fa sentire ancora più uniti, anche se a distanza». Non ultimo, «l’appuntamento della nostra cena sociale è solamente rimandato: non appena sarà possibile, ci ritroveremo tutti», conclude.