News
05/12/2023
Varese, il grazie dei nuovi infermieri sudamericani alla nostra Bcc
La nostra banca è partner nel progetto “Magellano” per sopperire alla carenza di personale sanitario negli ospedali varesini

Si chiamano Ana, Oscar, Ana, Sergio, Mirtha, Otilio, Cynthia, Rodolfo, Ezequiel, Deysi ed Estela e sono i nuovi infermieri sudamericani che entreranno in servizio negli ospedali di Varese. Dopo essere stati presentati in Regione Lombardia, hanno fatto tappa nella nostra Bcc gli infermieri che sono stati reclutati tramite bando dall’Asst Sette Laghi. Venerdì scorso 1° dicembre, la filiale di Varese della nostra banca ha accolto i giovani provenienti da Paraguay e Argentina per le necessarie firme sui conti correnti. Insieme con Asst Sette Laghi, Prefettura di Varese e centro Gulliver, la nostra Bcc è partner del progetto “Magellano”; iniziativa coordinata dal consigliere comunale di Varese con delega alla Sanità, Guido Bonoldi, per rispondere alla carenza di personale sanitario nelle strutture ospedaliere varesine. Accolti da Enzo Petrillo, responsabile Area territoriale di Varese e da Gloria Ceruti, preposta della filiale di Varese, gli infermieri sono rimasti entusiasti del progetto e dell’azione della nostra banca. «Grazie per quello che fate e grazie per l’attenzione che dedicate», hanno detto. Un grazie che è stato rimarcato anche da Emilio Curtò, presidente del centro Gulliver di Varese: «Questa è una banca molto attenta al territorio - ha osservato -. E la partecipazione a questo progetto conferma nuovamente i valori che muovono l’istituto: relazione, cooperazione e mutualismo». E proprio nel solco della relazione e della cooperazione si è mosso il progetto “Magellano”. A fronte della carenza di infermieri, che tocca tutta Italia ma in particolar modo l’area di Varese in quanto al confine con la Svizzera, il territorio si è mobilitato per andare a cercare figure professionali. Bonoldi ha fatto da collegamento con il Sudamerica, Asst Sette Laghi ha aperto il bando di assunzione, la Prefettura ha agevolato le pratiche per l’arrivo in Italia e Gulliver ha offerto accoglienza. «La nostra Bcc si è messa a disposizione per fornire tutti quegli strumenti operativi per permettere loro di poter vivere lontano da casa», ha ricordato Petrillo. Ha proseguito Ceruti: «Abbiamo aperto loro un conto corrente bancario dove poter accreditare lo stipendio, con accesso al nostro Relax Banking, e fornito un bancomat». In attesa dell’arrivo del primo stipendio però la nostra banca ha concesso anche un fido da 500 euro a testa così da permettere agli infermieri di fare fronte alle piccole spese quotidiane.

L’iniziativa ha avuto anche il plauso dell’assessore regionale al Welfare, Guido Bertolaso che l’ha presentata in conferenza stampa al Pirellone: «È un’iniziativa da replicare in tutte le Aziende sanitarie che hanno difficoltà a reperire il personale infermieristico - ha detto Bertolaso -. Frutto di una grande collaborazione interistituzionale, ci consente di rispondere alle esigenze del territorio».

L’inserimento in servizio nei reparti di destinazione degli infermieri è previsto nella seconda metà del mese di dicembre, affiancando i neoassunti con personale già in servizio.

infermieri 2023